strategie-trend-following.jpg

Strategie TREND FOLLOWING, guida pratica (BREAKOUT e SWING trading)

Scritto da -

Il trading following insegna come sfruttare una tendenza. Esempi di Breakout trading e Swing trading

Nel mondo del trading ci sono diverse scuole di pensiero e diversi approcci operativi, ma senza dubbio quelle più sfruttate sono le strategie trend following, che mirano a seguire una tendenza cercando di cavalcarla il più a lungo possibile per farci profitti.
Si contrappongono alle strategie di inversione del trend, che invece mirano a ottenere profitti dai possibili cambi di direzione del mercato.


Qual è l'approccio migliore tra i due? Impossibile dare una risposta diversa da questa: "la migliore strategia è quella che vi rende degli utili, a prescindere che segua un trend o punti sulla sua inversione".


Come vedremo a breve, ci sono due modi di fare Trading Following, ma entrambi si basano su un identico SCHEMA DI COMPORTAMENTO: il trader identifica la tendenza, quindi attende il momento di pausa della tendenza in atto, infine entra in un trade quando la pausa finisce (o ritiene che stia finendo) e ricomincia il trend originario, sperando infine di riuscirlo a cavalcare a lungo ed ottenere un bel profitto.


strategie-trend-following-1.jpg

Primo passo: identificare un trend


Il primo presupposto di una strategia trend following è identificare la presenza e la forza di un trend (che sia a breve, medio o lungo periodo dipende dall'orizzonte operativo del trader).
Si deve cioè se il prezzo sta disegnando massimi e minimi relativi crescenti successivi (uptrend rialzista), oppure se sta disegnando massimi e minimi relativi decrescenti successivi (downtrend ribassita).


L'esistenza e la forza di un trend si possono verificare grazie a tanti strumenti di analisi tecnica. Esistono infatti molteplici indicatori trend following, ai quali abbiamo dedicato un altro articolo di approfondimento (Gli indicatori trend following).


Qui sotto vediamo ad esempio come utilizzare nel modo più banale l'indicatore più noto di tutti, la Media Mobile. Sfruttando la piattaforma MT del broker IronFX, possiamo vedere come la Media Mobile evidenzi in modo immediato una situazione di trend ribassista, rialzista e la fase di trading range (mercato in pausa laterale).
strategie-trend-following-2.jpg


Secondo passo: sfruttare il trend (le due categorie di trend-following)


Anche se il principio di fondo rimane sempre lo stesso, ovvero seguire un trend a cavalcarlo il più a lungo possibile, ci sono due tipologie di trend followers a seconda del "segnale di ingresso" che aspettano per entrare a mercato:
1) Breakout traders
2) Swing traders
Andiamo adesso a esaminare come agiscono.


1) Breakout trading


Questa categoria di trader entra a mercato quando un trend già ben definito va a rompere delle resistenze statiche (in caso di uptrend) o supporti statici (in caso di downtrend), in special modo quando il mercato fa nuovi massimi o minimi di periodo (che è a scelta discrezionale del trader, può essere intraday oppure giornaliero, settimanale, mensile, semestrale, ecc).
Oppure lo fa quando vengono violati pattern grafici come bandiere, rettangoli, triangoli, cunei, ecc.


Vediamo un doppio esempio:
strategia-breakout-trading-1.jpg
A sinistra durante un trend ascendente, il prezzo dopo una candela dal corpo lungo entra in una fase di trading range. Questa fase è caratterizzata da candele piccole che ondeggiano di continuo tra punti di massimo e minimo, disegnando una specie di bandiera inclinata contro-trend. Quando si rompe questa configurazione, si genera una opportunità di ingresso.
A destra invece la formazione è quella del cuneo. Anche in questo caso si forma dopo una candela lunga, ed anche in questo caso abbiamo che il range si restringe. Poi c'è il breakout che dà il via a un nuovo impulso ribassista dei prezzi.


In sostanza l'idea è quella di entrare su rotture di piccole fasi di congestione che si formano durante un trend già definito, cercando poi di cavalcarlo fino alla fine e sfruttare il momentum forte testimoniato dalla rottura dei livelli.
Ecco un esempio.
strategie-trend-following-3.jpg


Lo svantaggio nell'adottare questo approccio può essere duplice. In primo luogo spesso capiterà (come nel nostro esempio) che purtroppo la ripresa del trend non ci sia (si parla di falso breakout, ovvero il "fakeout").
In secondo luogo, anche se il trend effettivamente ripartirà, dal momento che si entra a mercato solo a trend già ricominciato non potremmo cavalcarlo in pieno, ma solo nella sua parte centrale.
Tuttavia il grosso vantaggio di questo approccio è racchiuso in una certezza: "One good trend pays for all the whipsaws", ovvero quando si centra "un buon trend, esso ripaga di tutte le piccole perdite".


Bisogna saper aspettare l'onda giusta... Per questo motivo il breakout trader è alla continua ricerca di mercati che si trovano in trading range dal quale stanno per venire fuori. Inoltre spesso quanto più solida è la fase di range, tanto più il trend successivo potrebbe essere forte.


Vantaggi e svantaggi del trend following


Chi adotta strategie di trend following parte da una consapevolezza: dal momento che farà delle entrate solo a trend già cominciato (e quindi per forza di cose in ritardo), spesso capiterà di ottenere pochi utili o addirittura di vivere delle piccole perdite. Tuttavia ad animarlo c'è una certezza: "One good trend pays for all the whipsaws", ovvero quando si centra "un buon trend, esso ripaga di tutte le piccole perdite".


Ci vuole quindi pazienza, capacità di giudizio, saper tenere botta quando il trend si fa attendere e avere fede nel proprio trading system.


L'orizzonte temporale dei breakout trader


Come detto in precedenza, l'orizzonte temporale di riferimento di questi investitori può essere molto vario, e in base ad esso distinguiamo:
A) Position Traders o traders di posizione. Operano su periodi che vanno dal giornaliero fino al mensile, seguendo i trend maggiori e ignorando le oscillazioni che si verificano nell'intraday. Possono detenere posizioni aperte anche per molte settimane.
B) Momentum traders. Aprono posizioni per alcuni giorni, sfruttando la forza di variazione del prezzo e le fasi di alta volatilità, quando cioè il prezzo si muove significativamente in una direzione precisa con alto volume. In sostanza cavalcano l'onda del momento sfruttando i breakout su nuovi massimi intraday, specie dopo che il trend ha avuto una fase di range e sta per ripartire.
C) Scalpers. Sono la categoria più "sotto pressione", perché operano a brevissimo termine e riescono ad aprire anche centinaia di operazioni al giorno di brevissima durata, cercando di accumulare piccoli profitti che però se sommati possono arrivare a forti guadagni.
Per questo motivo cercano mercati con alta volatilità, con bassissimo spread e se possibile senza commissioni.



Comportamento operativo del Breakout trader: entrata a mercato


Adesso vediamo concretamente quando entra a mercato un breakout trader.
Dopo aver identificato una fase di range di un trend sostenuto, il trader aspetta di vedere se ci sarà l'uscita da questo range e la ripresa del trend originario.
Può decidere di entrare:
1) sulla rottura della resistenza/supporto del trading range oppure
2) quando si forma un pattern grafico che segnala di entrare a mercato


STOP LOSS breakout trading


Nella strategia trend following breakout, lo Stop Loss andrebbe posizionato sul più recente o su quello più distante swing di periodo (supporto o resistenza statiche di periodo) in base all'aggressività più o meno forte del trader. Inoltre esso va spostato sotto i minimi di periodo che si formano via via che il prezzo cresce o decresce (in caso di downtrend).


2) Swing trading


A differenza dei breakout trader, gli swing trader non comprano sulla rottura di una resistenza/supporto che si verifica dopo una fase di range (cosa che accade solo quando il trend di fatto ha già ripreso a marciare), bensì quando si verifica un pullback sui ritracciamenti di prezzo (swing). In pratica ogni volta che durante un trend la spinta si attenua, questa categoria di investitori verifica se ci sono delle indicazioni che essa possa ripartire. Se ci sono entrano a mercato PRIMA che il trend riparta.
strategie-trend-following-4.jpg


E' chiaro che questa tipologia di trader cerca di cavalcare una porzione maggiore del trend rispetto ai breakout trader, perché provano l'ingresso a mercato quando il trend STA PER riprendere vigore dopo un temporaneo indebolimento, mentre i breakout trader entrano quando il trend HA GIA' ripreso vigore dopo il breakout della fase di mercato laterale.


Lo Swing trader quindi si muove in anticipo. E' intuitivo che se da un lato questo comporta il vantaggio di poter fare entrate più remunerative, lo svantaggio è che non sempre i reversal avvengono e talvolta un ritracciamento può continuare a lungo, finendo per farci scattare uno o più stop loss che ci buttano fuori dal mercato facendoci perdere soldi e... pazienza. Ed è proprio allora che dobbiamo ricordarci lo slogan: "One good trend pays for all the whipsaws".
Come la strategia breakout anche la strategia swing trading può essere utilizzata in qualsiasi timeframe, sia intraday che a più lungo periodo.



Entrate a mercato e stop loss dello Swing trader


Il trader osserva il trend e aspetta che si generi un ritracciamento, ovvero una fase in cui il prezzo si muove contro-trend. A questo punto aspetta un segnale che gli fa ritenere che il prezzo cambierà ancora direzione riprendendo a marciare a favore di trend.


Questo segnale di entrata può arrivare:
1) dalla rottura della mini trend-line che va disegnata sul ritracciamento
2) dalla formazione di un pattern di candele reversal
3) aiutandoci con uno degli indicatori di inversione del trend
strategie-trend-following-5.jpg


STOP LOSS Swing trading


Lo Stop Loss nello Swing trading andrebbe posizionato leggermente sopra/sotto il massimo/minimo del movimento correttivo del trend. Di quanto? Dipende dall'aggressività più o meno forte del trader.
Inoltre esso va spostato sotto i minimi di periodo che si formano via via che il prezzo cresce o decresce (in caso di downtrend), così da trasformarlo in "stop profit" per proteggere il profitto accumulato.


Conclusioni sulle strategie trend following


E' evidente che quando questa strategia va a bersaglio, i profitti che si possono ottenere sono davvero notevoli, e ripagano ampiamente (oltre che dal punto di vista economico anche sotto quello emotivo) di molte entrate a vuoto che faremo.


Una cosa da rimarcare è l'importanza degli stop loss in questo tipo di strategie, visto che spesso si può incappare in false rotture (nel caso dei breakout trading) e ritracciamenti prolungati (nel caso degli swing trading) che possono mettere a dura prova la nostra pazienza e il nostro capitale.
Buon trading!





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
n 2 U 7 F 7
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market