Home
pip-forex-cosa-e.jpg

PIP FOREX che cos'è, quanto vale? Guida all'uso dei PIPS nel TRADING

Scritto da -

Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto

In questo articolo cercheremo di spiegare in modo semplice e con esempi concreti uno dei concetti con cui ogni trader deve familiarizzare: il PIP, che sta per ("Percentage In Point" o anche per "Price Interest Point").
Nella sostanza il PIP è la variazione minima di prezzo che può avere un asset.
Lo sappiamo, detto così può risultare ancora complicato, ed è per questo che te lo spieghiamo in modo più semplice partendo da un esempio...


Cos'è un pip trading


Immagina di dover andare dalla tua camera da letto alla sala da pranzo. Per misurare la distanza dirai "devo fare 30 passi". In pratica così facendo stabilisci che la misura minima per definire la distanza che percorri sono i passi. In questo caso i singoli passi rappresentano i tuoi "pips". Ognuno di essi identifica un movimento del tuo corpo che non è ulteriormente frazionabile. I "mezzi passi" non li prendi neppure in considerazione.
Nel trading accade lo stesso. Alla domanda "il PIP FOREX che cos'è?" possiamo quindi rispondere dicendo che è il singolo passo che compie una coppia di valute quando sale o scende. Si tratta quindi di una unità di misura per determinare i movimenti di prezzo.


Dal momento che la maggior parte delle coppie viene quotata fino alla quarta cifra decimale (ad esempio l'Euro/dollaro lo trovi così: 1.1456), la variazione più piccola si riferisce all’ultima cifra decimale, che nel nostro caso è la quarta.
Un pip corrisponde quindi alla variazione di 1 punto della quarta cifra decimale del tasso di cambio di una coppia valutaria.
Ad esempio se il cambio Eur-Usd che è quotato 1,1456 dopo poche ore è passato a 1,1467 diremo che s'è mosso di 11 forex pips.


forex-pip.jpg

Prima di andare oltre facciamo due precisazioni.
Spesso si trova rappresentata anche la quinta cifra decimale. Fermo restando che la quarta rimane il nostro "pip", la quinta cifra viene chiamata "pipette" (esistono peraltro alcune piattaforme di trading dove è possibile negoziare anche un movimento di prezzo in incrementi di mezzo pip).


forex-pipette.jpg

La seconda cosa importante da sottolineare è che ci sono coppie di valute in cui il cambio è espresso con solo due decimali; in questo caso il pip sarà proprio la seconda cifra decimale (e il "pipette" diventa quindi l'eventuale terza cifra, se presente).
E' il caso delle coppie di valute che coinvolgono lo Yen giapponese.
usd-jpy-pips.jpg
Ad esempio, se diciamo che il cambio Usd-Jpy è 110,24 il pip è la seconda cifra decimale (nel nostro caso il 4). E se dopo poche ore il cambio scende a 110,13 allora diremo che è calato di 11 pips.


Dalla variazione di Pips alla variazione di prezzo


Adesso che abbiamo visto un pip forex che cos'è e come si misurano le variazioni dei cambi in pips, dobbiamo porci un'altra domanda: in soldoni, che valore hanno queste variazioni?
In sostanza quanto vale un pip? A quanti soldi corrisponde effettivamente lo spostamento di 5,10,100 pips (che poi è la cosa che davvero ci interessa di più)?



Calcolare i movimenti di prezzo nel forex


Anzitutto puoi stare sereno, perché questo calcolo non dovrai farlo visto che sarà la tua interfaccia di trading a farlo per te (o almeno è quasi sempre così). Peraltro in giro per il web non avrai difficoltà a trovare un calcolatore pips Forex.
Ad ogni modo è bene conoscerne il processo di calcolo.


Diciamo subito che la variazione di prezzo corrispondente a una variazione di pips non è sempre la stessa.
Anzitutto quanto vale un pip dipende dalla coppia valutaria con cui si sta facendo trading e dal relativo tasso di cambio.
Dobbiamo poi considerare anche la dimensione della posizione che abbiamo aperta sul mercato. Se investo 100 dollari allora il movimento di 1 pips ha un valore; se investo 1000 dollari è evidente che 1 pips varrà 10 volte di più.
La seguente tabella indica il valore di 1 pip per il cambio tra euro e dollaro statunitense per differenti lotti di investimento.
pips-eur-usd.jpg


Calcolare il controvalore è comunque semplice, con questa formula:
(variazione di prezzo in pips/prezzo originario asset)*dimensione della posizione = valore monetario della variazione
Ad esempio:
apriamo una posizione di 10000 euro su un asset con prezzo 1.4490, e questo asset diventa 1.4496 muovendosi cioè di 6 pips, abbiamo che:
0.0006 (cioè la variazione) / 1.4490 (prezzo originario asset)= 0.00041407867
Moltiplichiamo questo valore per il capitale investito (10000) = 4.1407867
Pertanto il valore di quella variazione di 6 pip è 4,14 euro (e quindi ogni pip di variazione è valso 0,69 euro).


...perché non usare direttamente il valore...


Domandina che a questo punto può sorgere spontanea: perché non esprimere i guadagni o le perdite direttamente in “valuta”?
Anche se a prima vista sembrerebbe la cosa più logica da fare, in realtà fare così complicherebbe tutto il nostro trading. Infatti siccome le coppie di valute sono tante e diverse, ci serve una unità di misura che sia valida sempre per tutte.


Se ad esempio volessi misurare direttamente in valuta le variazioni della coppia euro-dollaro (Eur-Usd) e della coppia Sterlina-Yen (Gbp-Jpy), mi troverei a esprimere le variazioni con valute diverse.
Rifacendoci all'esempio iniziale, è come se da una parte misurassi la distanza tra la camera e il bagno in "pollici", e dall'altra misurassi la distanza tra cucina e salotto in "metri". Farei solo tanta confusione e finirei per non saper dire con precisione quale tra le due distanze è la più grande.


Il pip invece esprime la variazione del tuo investimento a prescindere dalle valute che si negozia, si tratta di una unità di misura neutrale, valida per qualsiasi coppia. Ti permetterà di dire "sull'euro-dollaro ho guadagnato 10 pips, sulla Sterlina-Yen ho guadagnato 8 pips", e cioè ti consentirà di dire con precisione quale delle due previsioni è stata in termini assoluti la più corretta.



A cosa servono DAVVERO i pips?


Benché sembri un concetto banale e di scarsa importanza, in realtà l'utilizzo dei pips è FONDAMENTALE!
I pips Forex servono infatti per calcolare tutti (ma proprio tutti) gli aspetti economici cruciali di ogni nostra singola operazione.
Infatti:


1) In pips viene calcolato lo spread applicato dal broker (il suo compenso)

.

Il broker infatti non ci piazza gli ordini gratis, ma si riserva un compenso (chiamato spread) che viene calcolato proprio in pips.
Se prendiamo l'immagine qui sotto, vediamo che tra il prezzo di vendita/acquisto (sell/buy) c'è una lieve differenza di alcuni pips. Questa differenza è il compenso che spetterà al broker.
Minore è lo spread applicato dal broker, meglio è per te.
spread-xm-group.jpg


2) Con i Pips definiamo e ottimizziamo stop loss e take profit


Sapere quanto vale ogni singolo pips nel caso in cui il cambio sale/scende, ci consente di stabilire quanto è possibile guadagnare (oppure perdere) con una determinata operazione. Di conseguenza, possiamo capire dove porre gli stop loss e i take profit sapendo a quanto guadagno o perdita corrisponderanno.
Ad ogni modo, generalmente le piattaforme di trading offrono già questa “traduzione”, calcolata automaticamente, in modo tale da facilitare il trader.
stop-loss-operativo-2.jpg


3) Con i pips calcoliamo il saldo dei profitti e delle perdite


Per tutto quello che abbiamo detto finora, è abbastanza evidente che il valore dei pips influisce sui nostri profitti o perdite.
Inoltre esso ci permetterà anche di definire la dimensione della posizione che si intenderà aprire o chiudere, in base anche alle proprie strategie e al proprio Money Management.


Conclusioni


Conoscere e padroneggiare il concetto di pips è molto importante, dal momento che ti servono per calcolare i guadagni o le perdite di ogni singola operazione che poni in essere. Tutto si basa sull'importo della posizione aperta e sul numero di pips persi o guadagnati.
Il calcolo va fatto soprattutto PRIMA di entrare in un’operazione, per valutare se il “rischio” che si andrà ad affrontare può essere giustificato da un soddisfacente guadagno potenziale. Sempre prima di agire, occorrerà anche valutare (sempre con i pips) i costi dell’operazione di trading, che assumono ancora più rilevanza nel trading ad alta velocità o scalping, dove si punta a guadagnare piccole somme è dove il peso delle commissioni, soprattutto se fisse, possono andare ad erodere completamente il guadagno.
Buon trading!





  Commenti (2) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)


mi puoi aiutare per cortesia
la mia domanda se io faccio 136 pips con 0.50 come lotto su alibaba con una leva di 1.200 quanto sarebbe il guadango?


#1 - di antoni - dom 25 ago 2019, 12:20

In linea di massima il concetto di pip è relativo a coppie valutarie, e inoltre nel trading su azioni non ci sono lotti, ma semplicemente un numero di azioni.

Se parliamo di trading CFD su azioni (credo di capire che questo sia il caso che ci sottoponi) devi vedere un lotto del CFD azionario Alibaba a quante azioni corrisponde sul tuo broker (tipo 1 lotto equivale a 1 azione) oppure a quanti euri corrisponde (tipo 1 lotto equivale a 100 euri di investimento su quel titolo), e farti i calcoli di conseguenza.

PS. Occhio a usare una leva così elevata.


#2 - di Redazione - dom 25 ago 2019, 14:58

[1]


Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
8 P 4 k 6 h
Strategie

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader