Home
chaikin money flow

Oscillatore CHAIKIN MONEY FLOW, come funziona (strategia di trading)

Scritto da -

Il Chaikin money flow è un indicatore di forza del mercato. Vediamo come si usa e le strategie per sfruttarlo

Per comprendere cosa sta succedendo in un mercato, è molto utile l’oscillatore Chaikin Money Flow (CMF).
Questo strumento misura la forza di mercato, cioè l’intensità dei flussi di denaro (rialzisti o ribassisti) che stanno circolando.
In sostanza, ci dice se gli investitori sono propensi ad “accumulare” tramite l’acquisto, oppure a “distribuire” con la vendita.

Perché questo è importante?
Perché un cambiamento di movimento dei flussi in un certo senso ANTICIPA quello dei prezzi, e quindi può aiutare il trader a cogliere le inversioni del trend con maggiore tempestività.

Come si calcola il Chaikin Money Flow (formula)?

Ovviamente sulle piattaforme non ci dobbiamo preoccupare dei calcoli, che vengono generati in automatico.
Però a scopo didattico vi diciamo la formula del Chaikin Money Flow.
Se non sei interessato, puoi saltare questo capitolo.

Vediamo il procedimento:
1) Si calcola il Money Flow Multiplier per ogni periodo = [(Chiusura – Minimo) – (Massimo – Chiusura)] /(Massimo – Minimo)
2) Si calcola il Money Flow Volume = Volume di ogni periodo (X) Money Flow Multiplier di ogni periodo
3) Si divide la somma dei Money Flow Volume degli ultimi 21 periodi / Somma dei volumi degli ultimi 21 periodi

Una piccola nota: il Chaikin Money Flow è un indicatore “derivato”, nel senso che è una specie di estensione dell’indicatore Accumulation/Distribution (A/D), un altro strumento ideato da Mark Chaikin.
Infatti nelle prime due fasi del calcolo del Chaikin si va in sostanza a calcolare l’Accumulation/Distribution.

I valori del Chaikin Money Flow

Teoricamente il Chaikin Money Flow (CMF) è un oscillatore che può variare tra -1 e +1. Difficilmente però si avvicina ai due valori estremi, mentre di solito fluttua tra -0.50 e +0.50, con lo ZERO che funge da linea centrale.
Possiamo vedere un esempio concreto sul broker .

chaikin-monety-flow-grafico

Quando il valore del Chaikin Money Flow (CMF) si colloca tra +0,5 e +1,0 indica una pressione d’acquisto molto forte.
Invece quando si colloca tra -0,4 e -1,0 indica una pressione di vendita molto forte.

Come si usa il Chaikin Money Flow?

Come abbiamo detto all’inizio, questo oscillatore misura l’intensità della pressione che stanno esercitando acquirenti o venditori. Tali pressioni (sia a comprare che vendere) sono poi ancora più intense se associate anche ad alti volumi di negoziazione.
Tenendo a mente questo, vediamo i due modi con i quali può tornarci utile nella nostra operatività.

Incroci sopra/sotto la linea dello zero

Secondo questo approccio, quando il Chaikin Money Flow sale oltre lo zero, segnala l’esistenza di un trend rialzista e quindi ci dà un segnale di acquisto.
Questo segnale è tanto più forte se associato anche ad alti volumi.

Al contrario, quando il Chaikin Money Flow scende sotto lo zero, segnala l’esistenza di un trend ribassista e quindi ci dà un segnale di vendita.
Questo segnale è tanto più forte se associato anche ad alti volumi.

ATTENZIONE, USARLO COSI’ NON VA BENE. Per dimostrarlo riguardiamo il nostro esempio concreto sul broker , poi faremo alcune osservazioni.

chaikin-monety-flow-grafico

Come si può vedere, il solo affidamento sul movimento del CMF dal territorio negativo al territorio positivo (e viceversa) non è di per sé un segnale completo ed affidabile.
Infatti in caso di mercato instabile si ricevono molti falsi segnali, oppure ci fa fare delle entrate in netto ritardo.
Insomma, non va bene.

Le divergenze rialziste/ribassiste

Questo in realtà è il modo più efficace per usare il CMF indicator. Infatti come la maggior parte degli oscillatori, anche il Chaikin Money Flow può darci indicazioni molto utili tramite le divergenze rispetto all’andamento dei prezzi.

Se la dinamica dei prezzi evidenzia due picchi in un certo verso (ascendenti o discendenti) mentre il grafico del CMF ne evidenzia due che vanno in senso opposto (quindi discendenti o ascendenti) allora è possibile che l’attuale tendenza dei prezzi si sta indebolendo e potrebbe esserci un reversal imminente.

Possiamo vedere un esempio grazie alla piattaforma .

chaikin-money-flow-2.jpg

Come vediamo nell’esempio tratto da , effettivamente in questi casi abbiamo dei segnali che sono decisamente più affidabili.
In questi casi il Chaikin Money Flow si dimostra assai efficace, segnalandoci possibili imminenti inversione del trend.

Conclusioni

Come gli altri indicatori di forza (ad esempio Accumulation/Distribution, Money Flow Index, On Balance Volume) anche il Chaikin Money Flow punta tutto sulla correlazione tra andamento dei flussi e direzione dei prezzi, nella convinzione che i primi possano in un certo senso anticipare i secondi.
Come accade per tutti gli indicatori, è comunque sempre meglio non utilizzarlo mai da solo, ma sempre in tandem con un altro strumento di natura differente (tipo RSI).

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

IN EVIDENZA