Home
indicatori-oscillatori-di-momentum-trading.jpg

Indicatori di MOMENTUM migliori, i più utilizzati e l'errore da non commettere

Scritto da -

Analisi tecnica e oscillatori di momentum: quali sono i più utilizzati e come bisogna sfruttarli nel modo giusto

In analisi tecnica un ruolo di grande importanza lo hanno gli Indicatori di Momentum (in realtà si parla più propriamente di "oscillatori di momentum"). Questi strumenti servono per valutare la forza o la debolezza di un trend, analizzando la velocità con cui si muovono i prezzi.


L'idea alla base di questi strumenti è che se una forza intensa sta spingendo i prezzi, è probabile che il mercato continuerà a muoversi nella stessa direzione. Questa spinta solitamente avviene nella fase iniziale di un trend, mentre nella fase finale si indebolisce. Per cui osservando la forza del trend in un certo momento, si può comprendere in che fase ci troviamo e quindi se abbiamo ancora il tempo di cavalcarlo oppure no.


In sostanza I trader quindi sfruttano questi strumenti per identificare quanto forte sia il trend del mercato prima di decidere se aprire una posizione o meno.


Indicatori di momentum sul grafico


Prima di procedere oltre, vediamo un esempio riguardante uno degli indicatori di momentum più noti, ovvero il Relative Strength Index (RSI), grazie ad un esempio concreto tratto dal broker .


indicatori-momentum-1.png

Come si può vedere, questa categoria di indicatori (oscillatori) viene rappresentata al di sotto del grafico dei prezzi, e non necessariamente segue la sua stessa direzione. Talvolta infatti mentre i prezzi seguono una traiettoria in salita, l'indicatore va in discesa (o viceversa).
A dirla tutta, come vedremo parlando dei singoli indicatori di momentum, i segnali migliori si possono ricavare proprio quando le direzione dei prezzi è opposta rispetto a quella dell'indicatore (si parla in tal caso di divergenze).


Un'altra cosa che bisogna precisare è che spesso i trader non sfruttano il momentum per vendere sui massimi o comprare sui minimi, bensì per cavalcare la parte centrale del trend, sfruttando il cosiddetto "effetto gregge", ovvero la tendenza degli operatori a seguire la massa.
Questo significa che i trader apriranno una posizione per trarre vantaggio da un rafforzamento del trend e chiuderanno la posizione quando questo inizierà a perdere forza



Come usare gli oscillatori di momentm


Prima di vedere quali sono i migliori oscillatori di momentum, dobbiamo precisare un'ultima cosa.
Quando si definisce una strategia di trading, è come essere ai fornelli e cucinare un buon piatto. La ricetta riesce se si utilizzano gli ingredienti giusti e nel modo giusto. Ci vuole sempre il giusto equilibrio degli ingredienti.
Questo accostamento ci serve a farti comprendere che non ha senso utilizzare contemporaneamente due e tre indicatori di momentum, perché servono a darci la stessa informazione (la forza di un trend). Sarebbe come mettere in un piatto due o più ingredienti il cui sapore si sovrappone.
Bisogna quindi utilizzare diversi indicatori di DIVERSE CATEGORIE, E COMBINARLI A DOVERE.



Migliori indicatori per la momentum


Adesso arriviamo al fulcro del discorso. Esistono molti indicatori che servono a misurare la forza di un trend, ognuno dei quali ha dei pregi e dei difetti.
Per ognuno di quelli in elenco ti rimandiamo anche al link con la loro trattazione specifica, così che potrai usarli con maggiore efficacia.






  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
1 K 8 E 9 G
Trading strategies

Ultime notizie
euro-dollaro-2.jpg
L'indice del dollaro, che misura il biglietto verde rispetto a un paniere di sei valute principali, è salito al livello più alto dal 24 luglio
borsa-piazza-affari-2.jpg
Il listino è stato frenato soprattutto dalle banche, deboli in tutta Europa e penalizzate dalla prospettiva di tassi bassi a lungo
dollaro-nuova-zelanda-3.jpg
La RBNZ ha comunque confermato di essere pronta in qualsiasi momento a fornire nuove misure di supporto all'economia

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Aggiornata a giugno 2020. Evitate le fregature: l'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market