Home
triplo-massimo-minimo.jpg

TRIPLO MASSIMO e TRIPLO MINIMO: come farci PROFITTI nel trading

Scritto da -

Le figure di inversione triplo massimo e minimo sono poco frequenti ma molto affidabili e l'inversione dei prezzi che segue è quasi sempre notevole

Una delle figure di inversione più conosciute è senza dubbio il triplo massimo (o il triplo minimo, nella versione al rovescio).
Come dice il nome stesso, questo pattern si realizza quando si susseguono tre massimi (o minimi) sostanzialmente allo stesso livello ed equidistanti tra loro (ma non esattamente perché sarebbe quasi impossibile).
Quando si verifica questa situazione, è assai probabile che si verificherà una inversione al ribasso del trend (chiaramente invece il triplo minimo preannuncia una inversione al rialzo del trend).


Come si presenta un triplo massimo


Cominciamo vedendo un esempio concreto riguardante questo pattern di inversione, sfruttando il broker .


audnzd-triplo-max-1.jpg

Come si vede, ci sono tre massimi pressoché identici che si trovano a distanze simili l'uno dall'altro. Anche l'altra condizione, quella delle "valli" profonde quasi allo stesso modo, è perfettamente rispettata.
E infatti, dopo c'è una inversione del trend che diventa ribassista.


Dal punto di vista finanziario cosa ci "racconta" questa figura? Che gli investitori sono forti sul mercato, e spingono i prezzi fino a un nuovo massimo. Ma non hanno sufficiente forza per portare il prezzo ancora più su di tale livello. Questo spinge molti di essi a prendere profitto, cosa che fa precipitare il prezzo. In sostanza il calo non è dovuto alla convinzione dei venditori, quanto alle prese di profitto.
Questo schema si ripete due volte, con risalite e successivi cali che però non intaccano il minimo precedente creando. Si forma quindi un canale nel quale il prezzo fa su e giù, esaurendo progressivamente la convinzione dei compratori e aumentando quella dei venditori. Finché alla fine questi ultimi prevalgono e il presso fa breakout dalla figura, spingendosi verso il basso.



Identificare correttamente un triplo massimo


Il pattern triplo massimo è sostanzialmente una versione più forte e solida (ma anche meno frequente) del doppio massimo. Rafforzata perché mette in evidenza che la battaglia in corso tra compratori e venditori è un braccio di ferro dove i rialzisti non riescono a imporsi, facendo fuoriuscire il prezzo dalla formazione.
Inoltre è molto simile anche al Testa e Spalle, con la differenza che il secondo picco è allo stesso livello degli altri due.


La cosa difficile del TRIPLO MASSIMO (o TRIPLO MINIMO) è individuare correttamente la figura, per questo precisiamo alcune cose...


1) La profondità delle valli: devono essere sostanzialmente simili
2) La distanza temporale fra un picco e l'altro deve essere simile, altrimenti c'è il rischio di confonderla con un triangolo - figura di continuazione. Inoltre maggiore è il lasso di tempo tra un massimo e il successivo, maggiore è l'inversione dei prezzi che ne conseguirà.
3) Il volume degli scambi di solito è decrescente a partire dal primo picco.



Come sfruttare un triplo massimo nel trading


Dal momento che si tratta di una versione rafforzata del doppio massimo, segue le sue stesse regole operative.
Quindi il TARGET si calcola prendendo l'altezza della figura (calcolato dal picco che è leggermente più alto degli altri fino al punto di reazione leggermente più basso degli altri) e proiettandola a partire dal break-out (punto di rottura).
Ecco l'esempio tratto sempre dallo stesso grafico sul broker .


audnzd-triplo-max-2.jpg

Due cose vanno dette: anzitutto sia nelle formazioni di triplo massimo che in quelle di triplo minimo è facile assistere ad un pullback o ritracciamento temporaneo (nel nostro caso non è avvenuto).
In secondo luogo, una volta che è stato raggiunto il target non si dovrebbero liquidare le posizioni, quanto piuttosto rimodellare gli stop. Se poi dovessero esserci indizi di indebolimento allora stringeremo ulteriormente lo stop della posizione.



Il secondo target


Possiamo inoltre identificare un secondo target, molto più ambizioso. Esso è calcolato proiettando dal punto di breakout la distanza tra l'inizio del trend e il massimo della figura (o il minimo della figura nel caso in cui parliamo di triplo minimo).
Riprendendo il nostro esempio concreto, possiamo vedere come questo target sia stato raggiunto in modo pressoché perfetto.


audnzd-triplo-max-3.jpg


Il triplo minimo


Ovviamente tutte le considerazioni che abbiamo fatto finora riguardo al triplo massimo, valgono anche per il caso inverso: il triplo minimo. Chiaramente tutto andrà visto in senso opposto, per cui dobbiamo provenire da un trend ribassista e l'inversione sarà rialzista.


Adesso proseguiamo con la nostra analisi dei pattern più noti.
Ecco quelli che dovresti studiare con attenzione:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
q 2 r 5 C 5
Trading strategies

Ultime notizie
borsa-piazza-affari-3.jpg
Listini tonici in tutta Europa. Sono soprattutto gli acquisti su titoli finanziari, petroliferi e materie a spingerli
oro-gold-2.jpg
Sul grafico giornaliero si sta formando un pattern assai infrequente, e intanto l'ipercomprato mensile sale a livelli del 2011
dollaro-australia.jpg
Secondo il comitato di politica monetaria, la recessione sarà molto lunga ma meno grave del previsto

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market