Home

Gator oscillatore, cos’è e come si usa per fare trading nel modo giusto

Scritto da -

L'indicatore Gator di Bill Williams evidenzia la forza di un trend in corso, per questo può essere molto utile per fare dei buoni trade

L’oscillatore Gator (GO) fa parte del complesso di indicatori inventati da Bill Williams, tant’è che sfrutta proprio ad un altro degli strumenti ideati da questo genio della finanza, ovvero l’oscillatore Alligator.
Il Gator serve a evidenziare quando un asset ha movimenti direzionali molto forti, e quindi il momento in cui conviene cavalcare il trend.

Come si rappresenta e si calcola il Gator

Il Gator viene rappresentato con un istogramma, le cui barre vengono generate dalle tre linee delle medie dell’Alligator (che rappresentano le mascella, denti, bocca dell’alliGator). Le barre dell’istogramma sono date infatti proprio dalla differenza tra le medie.
Quasi sempre i grafici rappresentano solo l’istogramma, mentre tralasciano di rappresentare anche le linee dell’Alligator che sono superflue.

Il calcolo del Gator

Vediamo anzitutto proprio quali medie sono utilizzate, sfruttando la piattaforma di trading di , uno degli operatori più noti ed autorevoli del settore.
Mascella (blu) (media mobile inferiore) = media mobile smoothed del prezzo medio sui 13 periodi.
Denti (rosso) (media mobile superiore) = media mobile smoothed del prezzo medio su 8 periodi.
Labbra (verde) (media mobile centrale) = media mobile smoothed del prezzo medio sui 5 periodi.
Tali valori vengono “slittati” verso il futuro di un certo periodo, che sta alla sensibilità del trader definire (in base al tipo di asset e alle situazioni di mercato).

gator-lcg-1.jpg

Come dalle medie si passa all’istogramma

Barre superiori = mascella – denti
Barre inferiori = – (valore assoluto di denti – labbra)
Da queste formule di calcolo deriva una cosa peculiare del Gator: le barre ci sono sempre, sia sopra che sotto la linea dello zero.

Come utilizzare il Gator per fare trading

Chi conosce già come funziona l’indicatore Alligator, coglierà come il Gator posa semplificare notevolmente la percezione degli eventi di mercato.
Vediamo infatti come si può sfruttare questo strumento, attraverso le quattro fasi del ciclo che descrive, che rappresentano altrettanti momenti che un mercato può attraversare.
1) L’alligatore si sveglia quando le barre superiori e inferiori sono di colore differente.
2) All’alligatore viene fame quando sia la barra superiore che inferiore è verde.
3) L’alligatore si è nutrito quando subito dopo la “fase della fame” una tra le barre superiori o inferiori diventa rossa.
4) L’alligatore si addormenta quando sia le barre superiori che quelle inferiori sono rosse.

gator-lcg-2.jpg

La fase più interessante per il trading è quella della “fame”, ovvero quando comincia ad accadere con maggiore frequenza che ci siano “doppi verdi”. Questo infatti significa che una fase di trend accelera e raggiunge il proprio massimo. Quando poi compaiono i primi “rossi”, allora il trend sta scemando.

Segnali di entrata ed uscita

Ci sono due modi diversi per fare trading con questo indicatore.
1) Aprire una posizione quando le barre mostrano colori diversi e mantenere la posizione finché entrambi diventano rosse, quando usciamo per trarre profitto.
2) Aprire una posizione quando le barre mostrano colori diversi e fare “take profit” alla fase di soddisfazione. Questo potrebbe farci perdere qualche buona opportunità, ma anche schivare qualche pericolo connesso allo stare esposti al mercato troppo a lungo.

UNA PRECISAZIONE IMPORTANTE. Il fatto che si entra a mercato quando le due barre sono verdi, spesso confonde i trader facendo loro pensare che l’ingresso debba sempre avvenire al rialzo. In realtà non è così. Ribadiamo infatti che il Gator serve a indicarci la forza di un trend, che può essere sia rialzista che ribassista. Può essere così interessante vederlo all’opera ad esempio assieme all’indicatore Parabolic SAR, che ci indica appunto in che direzione va un trend (mentre il Gator ci esprime la sua forza).
Ecco un esempio sfruttando ancora la MetaTrader del broker .

gator-lcg-3.jpg

Conclusioni

Il Gator è un indicatore molto semplice, che ha il pregio di avere un impattto visivo immediato ma il difetto di tutti quelli che sono basati sulle medie mobili. Proprio per questo si rivela molto più efficace se usato in combinazione con altri indicatori (abbiamo visto l’esempio con il Parabolic SAR).

Ricordiamo inoltre che qui puoi trovare l’ELENCO delle STRATEGIE DI TRADING esaminate da Universoforex.
Buon trading con !

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA