Home
strategia-media-mobile-200-periodi.jpg

Strategia MEDIA MOBILE 200 PERIODI. Come fare trading con EMA e SMA

Scritto da -

La media mobile di lungo periodo è la base perfetta per definire le strategie di trading

Non c'è alcun dubbio che la media mobile sia l'indicatore più utilizzato dai trader di tutto il mondo. Perfino quei trader che lavorano sulla pura "price action" (cioè osservando solo i prezzi, su grafici puliti e senza alcun indicatore) quasi sempre tengono comunque d'occhio la media mobile per definire le proprie strategie.
La ragione è che la Media Mobile è uno strumento tanto semplice quanto potente, capace di darci una immediata rappresentazione visiva del trend (se c'è), oltre a darci altre informazioni sulla possibile direzione futura dei prezzi.


Quello di cui ci occuperemo adesso è la così detta "strategia media mobile 200 periodi".
In realtà dobbiamo precisare che questo concetto viene usato IN MODO IMPROPRIO, perché non esiste una strategia che può puntare SOLO sulla media mobile. Sarebbe più corretto allora parlare di strategie che si fondano sulla media mobile a 200 periodi, cioè che la considerano un elemento cruciale per il trading system che si adotta, ma non l'unico.
Ma procediamo per gradi...


Ci sono diversi metodi di calcolo della media, per questo facciamo differenza tra media mobile semplice (SMA) o esponenziale (EMA). A prescindere da come viene calcolata, comunque questo strumento è un perno di tantissime metodologie di trading.

Strategie bastate sulla Media mobile 200 periodi


Statisticamente, sui mercati finanziari la media più utilizzata è la SMA200 (Media Mobile semplice a 200 periodi). Infatti viene utilizzata sia dagli investitori istituzionali, che operano su un orizzonte di lungo periodo, sia da chi opera su timeframe più ridotti.
Sai perché succede questo?


Succede perché quando si definisce una strategia, in pratica si pianificano le proprie azioni in base alla situazione di mercato: trend rialzista, trend ribassista o mercato laterale. Ebbene, la media mobile 200 periodi è lo strumento più semplice e efficace per determinare in quale fase di mercato siamo.
Infatti con una semplice linea oscillante ci fa vedere l'andamento dei prezzi, depurandoli dalle distorsioni di brevissimo periodo (rumors) e delineando con maggiore chiarezza la tendenza di fondo.


Si può vedere nell'esempio qui sotto tratto dal broker , come la Media a 200 periodi descriva bene le fasi che attraversa il mercato, oscillando molto meno di quanto non facciano i prezzi.
media-mobile-200-periodi.jpg


RIPETIAMO: l'identificazione di un trend in corso è un passaggio INEVITABILE per qualsiasi tipo di strategia si voglia adottare. Se non lo facessimo, sarebbe come costruire un palazzo senza le fondamenta.
Ogni successivo ragionamento deve partire dall'identificazione di un trend (se c'è).



...la SMA200 dal punto di vista operativo...


Conoscere la tendenza di fondo del mercato tramite la SMA200 è un'informazione cruciale specialmente per coloro i quali adottano strategie Trend Following, ovvero coloro i quali non entrano quasi mai controtrend, ma solo assecondando la tendenza di fondo del mercato.
A tal proposito vediamo un altro esempio, sempre grazie al broker .


trend-breve-lungo-periodo.png
Nel grafico si vede la media su 200 periodi (arancione) che evidenzia in modo chiaro un trend primario ribassista.
La media breve su 15 periodi (blu) coglie ad un certo punto un micro-trend rialzista, nel punto evidenziato dalla freccia.

Cosa farebbe un trader trend follower in questo caso?
Eviterà di entrare a mercato, perché non segue mai un micro-trend in controtendenza rispetto a quello dominante.
Per lui quindi l'informazione operativa fornita dalla SMA200 diventa di cruciale importanza.


Ma c'è anche un altro aspetto operativo molto importante che riguarda la SMA200: solitamente quando i prezzi la toccano, succede sempre qualcosa.
Ed è proprio quello che accade anche nell'immagine che abbiamo appena visto: nel momento in cui i prezzi arrivano a toccare la media mobile 200, il trend ribassista comincia a balbettare, si entra in una fase nella quale il prezzo oscilla leggermente su e giù senza una direzione precisa, finché non esplode in un nuovo trend che però stavolta è rialzista.
L'incrocio tra prezzi e SMA200 si comporta quindi come una specie di spartiacque tra due momenti di mercato.



Perché la sola media mobile 200 periodi non basta


Molti trader alle prime armi sfruttano in modo improprio la media mobile a 200 periodi, basandosi sul solo fatto che...
1) Se i prezzi tagliano dall'alto verso il basso = trend ribassista
2) Se i prezzi tagliano dal basso verso l'alto = trend rialzista


Tuttavia entrare a mercato solo perché si verificano queste condizioni è sbagliato.
Anzitutto perché i segnali vengono generati con ritardo rispetto all'inizio del trend stesso, come possiamo notare guardando ancora questa figura.
media-mobile-200-periodi.jpg


Basandoci solo sulla media mobile 200 periodi, i nostri ingressi saranno sempre tardivi e non cavalcheremmo mai bene i trend.
Anzi addirittura rischieremmo di entrare in un trend quando ormai è già molto maturo e sta per concludersi.


Per questo motivo non è possibile utilizzare la SOLA media per le nostre strategie di trading, ma occorre utilizzare altri strumenti assieme ad essa.
Già ma quali?
Lo vediamo adesso...



Un primo esempio: strategia media mobile 200+50


Visto che la media mobile di lungo periodo ci fornisce dei segnali molto tardivi sul trend, per risolvere questo problema c'è chi utilizza contemporaneamente due medie mobili. Generalmente si usa una media mobile lenta (200 periodi) e una veloce (solitamente 50 periodi o meno).


Quando la media mobile veloce taglia al rialzo la media mobile lenta, si genererà un segnale rialzista.
Nel momento in cui quella veloce taglia al ribasso quella lenta, si genererà un segnale ribassista.
Bisognerà poi definire - a seconda della propria propensione al rischio - il momento di uscita migliore.
Vediamo ad esempio una situazione reale tratta dalla piattaforma del broker .


media-mobile-esponenziale-2.png

Altro esempio: utilizzo altri indicatori...


Una strategia fondata sulla media mobile 200 periodi, essendo tipicamente orientata a seguire i trend, dovrebbe prevedere l'utilizzo di altri strumenti che però servono a scopi differenti.
Se infatti utilizzassimo assieme alla media mobile un altro indicatore di trend (ad esempio il Parabolic SAR), finiremmo per avere la stessa informazione due volte, solo che in modo diversi. Sarebbe inutile.


Per questo motivo è meglio utilizzare altri indicatori che servono a cogliere la forza del trend stesso (come l'RSI), la volatilità dei prezzi (come l'Average True Range) oppure i volumi (come l'OBV). solo in questo modo si potrà costruire un trading system efficace.
A tal fine in un altro articolo abbiamo fornito un elenco degli indicatori trading più importanti, divisi per categoria in modo da costruire la propria strategia in modo coerente ed efficace.



LE MEDIE MOBILI FUNZIONANO?


Non c'è dubbio che le medie mobili calcolate su archi temporali ampi, sono utili per individuare la tendenza di fondo. Questo è lo scopo essenziale per il quale andrebbero utilizzate.
In questa ottica si può parlare di strategia media mobile 200 periodi, nel senso che alla base c'è l'identificazione di una tendenza di fondo grazie ad essa.


Va ribadito però che da sole, le medie mobili non sono sufficienti a costituire un trading system completo, a causa di alcuni “difetti” che le caratterizzano.
Il primo, come abbiamo visto, è il ritardo nei segnali, che non consentirebbe di sfruttare appieno ogni movimento di trend.
Il secondo è che abbassando l'orizzonte temporale, di segnali ne arriverebbero fin troppi, molti dei quai sono in realtà "falsi".
Ne consegue che le medie mobili devono quindi essere usate insieme ad altri indicatori, per poterle sfruttare al massimo.
Buon trading!





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: fai la somma dei numeri
5 Q k 1 b 4
Trading strategies

Ultime notizie
borsa-piazza-affari-4.jpg
I listini europei pagano i dati macro molto deludenti arrivati sia della Eurozona che dagli Stati Uniti
dollaro-5.jpg
Il rapporto sul lavoro ha segnalato la perdita di 701mila occupati a marzo, rispetto alla crescita di 273mila che c'era stata a febbraio
borsa-piazza-affari-4.jpg
Il rush dell'oro nero ha messo le ali ai titoli del settore oil: Eni è balzata del 6,93%, Saipem dell'8,87%, Tenaris si è fermata a +4,59%

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market