Home
rettangolo trading

RETTANGOLI TRADING, pattern di continuazione e di inversione (GUIDA)

Scritto da -

Analisi tecnica: il rettangolo nel forex trading è uno strumento prezioso. Ecco una guida completa

Ogni trader che si rispetti dovrebbe conoscere e saper individuare un pattern RETTANGOLO trading quando si forma sul grafico.
Di cosa si tratta? Vediamolo subito.

Il RETTANGOLO fa parte dei “pattern grafici”, ossia quelle particolari forme che l’andamento dei prezzi sembra disegnare sui nostri grafici. L’importante tuttavia non è l’aspetto estetico in sé, quando i “segnali” operativi che le forme ci mandano.

Talvolta queste figure possono mandarci sia un segnale di continuazione di un trend in corso, sia un segnale di possibile inversione.
Tra queste figure ci sono appunto i RETTANGOLI.

Vediamo subito un esempio pratico, sfruttando il famoso broker .

rettangolo-trading-forex-1.jpg

Come si può vedere, il RETTANGOLO è un pattern grafico nel quale il prezzo oscilla dentro un canale caratterizzato da almeno due massimi e due minimi.
Il prezzo oscilla dentro questo canale delimitato da due parallele, che assumeranno il valore di una resistenza e un supporto statico dove rimbalza più volte.

Come usare i rettangoli nel trading

In questa breve guida vedremo come fare trading con i RETTANGOLI DI CONTINUAZIONE e come fare trading con i RETTANGOLI DI INVERSIONE (Reversal).
A prescindere che siano di un tipo o dell’altro, la loro natura però non cambia: sono una zona di congestione dei prezzi, ovvero un momento in cui c’è una battaglia tra i compratori e i venditori senza che nessuno sta riuscendo a prevalere.

Solitamente all’interno del rettangolo i VOLUMI DI SCAMBIO vanno via via diminuendo. Questo è abbastanza logico, perché a causa della situazione di congestione dei prezzi che sembrano “bloccati”, l’interesse dei trader va scemando.
Quando poi c’è il breakout, di solito AUMENTANO I VOLUMI perché riprende l’interesse verso l’asset in questione.

Capire che tipo di rettangolo è…

La domanda cruciale che spesso un trader si pone è: come capire se si tratta di un rettangolo di continuazione o di inversione?
Insomma, chi vincerà questa battaglia tra compratori e venditori?

Purtroppo NON C’E’ MODO DI SAPERLO IN ANTICIPO, ma ad un certo unto si capirà e sarà proprio quello il momento in cui dovremo essere pronti ad agire.

Più precisamente, occorre attendere il BREAKOUT, ovvero quando il prezzo fuoriesce verso l’alto o verso il basso) per sapere la direzione del prossimo trend.

L’ingresso a mercato e il target di prezzo

Dopo aver chiarito che l’ingresso a mercato deve avvenire dopo la rottura del rettangolo (ovvero il breakout del prezzo dalla figura), bisogna fissare un possibile obiettivo di prezzo in una strategia con i rettangoli trading.

Per spiegarlo ci aiutiamo con un esempio concreto sfruttando la piattaforma

rettangolo-trading-forex-3.jpg

Di solito per fissare il TARGET DI PRIMO LIVELLO, viene proiettata l’altezza del rettangolo a partire dal punto di rottura.
Tuttavia, questo target è solo l’obiettivo MINIMO che un trader può porsi.
Non ha infatti senso liquidare le posizioni su questo livello visto che il trend potrebbe proseguire ancora (come appunto accade nel nostro esempio). A questo punto si possono spostare gli “stop” e far correre i profitti.

Il TARGET DI SECONDO LIVELLO, quello limite per la conformazione, si calcola proiettando dal punto di breakout la distanza tra l’inizio del trend e il massimo (o minimo a seconda dei casi) della figura.
Vediamo una illustrazione…

rettangolo-trading-forex-4.jpg

Rottura e pullback del rettangolo trading

Quando si fa trading sui RETTANGOLI, è molto frequente che subito dopo il breakout si assista a un pullback, ovvero un ritorno dei prezzi verso la base inferiore o superiore del rettangolo.
Quando questo avviene, di solito si rafforza la validità della figura.

Rivediamo ad esempio la figura vista a inizio articolo tratta dal broker .

rettangolo-trading-forex-2.jpg

Questo è un classico esempio di pullback dopo il breakout…
Va evidenziato che c’è un legame tra la durata del rettangolo e la forza dell’uscita dei prezzi dalla zona di congestione. Più a lungo infatti essi rimangono intrappolati, maggiore sarà l’esplosione dopo la rottura della formazione, capace spesso di far muovere i prezzi velocemente e con una buona direzionalità.
Per questo motivo quando la formazione si estende temporalmente, piano piano diventa più attraente per i trader.

Negoziare sui supporti e resistenze

Alcuni trader preferiscono non attendere la rottura per prendere delle posizioni sul mercato, ma decidono di farlo investendo sugli estremi: ovvero comperano sul supporto e vendono sulla resistenza.

Si corre però il rischio di paralizzarsi quando c’è l’uscita dei prezzi dalla formazione.
In sostanza il trader opera “dentro al rettangolo” guadagnando però poco e finisce così per lasciare il grosso del profitto che avrebbe potuto ottenere fuori. Talvolta va pure peggio, con perdite di denaro per non aver chiuso l’operazione alla rottura del rettangolo.

Conclusioni e avvertenze sul trading con i rettangoli

Sebbene sembri tutto semplice, fare trading con i rettangoli non vuol dire certo avere la strada in discesa. C’è infatti il concreto rischio di incappare in “falsi breakout” (fakeout), ovvero situazioni in cui dopo la rottura del rettangolo, la tanto attesa ripresa del trend non c’è.
Possiamo vedere un esempio concreto sulla piattaforma di .

rettangolo_falso_breakout

Questo rischio si attenua per i rettangoli duraturi.

In secondo luogo, anche se il trend effettivamente dovesse ripartire, dal momento che si entra a mercato solo a trend già ricominciato non potremmo cavalcarlo in pieno, ma solo nella sua parte centrale.

Va detto però che questi limiti sembrano poco cosa di fronte al grosso vantaggio di questo approccio. Esso è racchiuso in una certezza: “One good trend pays for all the whipsaws“, ovvero quando si centra “un buon trend, esso ripaga di tutte le piccole perdite”.
Bisogna saper aspettare l’onda giusta… Per questo motivo il breakout trader è alla continua ricerca di mercati che si trovano in trading range dal quale stanno per venire fuori. Inoltre spesso quanto più solida è la fase di range, tanto più il trend successivo potrebbe essere forte.
Buon trading!

Adesso proseguiamo con la nostra analisi dei pattern più noti.
Ecco quelli che dovresti studiare con attenzione:

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA