Home
valute forex

VALUTE più SCAMBIATE e VOLATILI: coppie principali, secondarie ed esotiche

Scritto da -

Quali sono le coppie di valute più volatili e che differenza c'è tra coppie di valute principali, secondarie e esotiche?

Un discorso che spesso non viene approfondito abbastanza dai trader, è quello delle COPPIE DI VALUTE più SCAMBIATE e VOLATILI nel Forex.
Eppure quando si predispongono le strategie per il Forex, bisogna dare rilievo al fatto che ogni coppia di valute ha le proprie peculiarità, che vanno prese nella giusta considerazione se si vuole fare trading in modo efficace.
Ad esempio trattare allo stesso modo il cambio euro-dollaro e quello franco svizzero-rublo, sarebbe roba da matti.

Prima di addentrarci in questo discorso però, dobbiamo distinguere le tre categorie di coppie valutarie:
1) PRINCIPALI
2) SECONDARIE
3) ESOTICHE

Coppie di valute principali (major)

Quasi tutte le coppie che fanno parte della categoria “major”, sono tra le COPPIE DI VALUTE più SCAMBIATE. Ed hanno tutte un elemento in comune: contengono il dollaro USA .

L’importanza del dollaro è palese, tenuto anche conto che storicamente se si desiderava convertire una valuta, era necessario prima convertirla in dollari USA e poi nella valuta di destinazione desiderata.

coppie-principali-forex-major.jpg

Va precisato che in questo elenco rientrano anche le così dette coppie “Commodity”, ovvero quelle coppie che coinvolgono oltre al dollaro quelle valute associate a beni di prima necessità:
1) AUD / USD (Dollaro Australiano / Dollaro USA) associato a prodotti aurei
2) USD / CAD (Dollaro USA / Dollaro Canadese) associato ai prodotti petroliferi
3) NZD / USD (Dollaro Neo Zelandese / Dollaro USA) associato ai prodotti aurei.

Coppie di valute secondarie o incrociate (cross)

Questa categoria non coinvolge il dollaro, ma coinvolge le coppie di valute dei paesi economicamente più evoluti, incrociandole tra loro. Ecco perché vengono chiamati anche “cross” (incroci).
Le coppie più attive derivano da euro, sterlina britannica e yen.

coppie-secondarie-forex-cross.jpg

Coppie valutarie esotiche

In questa categoria non rientrano certo le coppie più scambiate Forex.
Vengono infatti coinvolte coppie valutarie che rapportano una valuta principale (come euro o dollaro) e una di quelle che vengono definite “esotiche”.
Si tratta delle valute di paesi in via di sviluppo, oppure di paesi solidi ma non di primo piano nel panorama economico globale (come Danimarca, Norvegia o Svezia).
Esempi di coppie esotiche sono quindi USD-SEK, USD-BRL e USD-DKK.

Coppie di valute più volatili nel Forex

La classificazione delle coppie valutarie in diverse categorie non è fine a se stessa, dal momento che si riflette sulla volatilità, che è un fattore determinante dal punto di vista operativo.
Infatti le coppie di valute più volatili forex vanno trattate in modo diverso rispetto a quelle che oscillano di meno.

Le coppie di valute più scambiate, ossia le COPPIE DI VALUTE PRINCIPALI (MAJOR), in condizioni di mercato normali sono le meno volatili, presentano lo spread più basso e la maggiore liquidità.
Tra tutte, la coppia EUR-USD è la meno volatile, e la sua liquidità è la più alta tra tutte le altre coppie di valute.

Sia chiaro, questo discorso vale in linea generale. Tuttavia quando si verificano eventi importanti oppure vengono rilasciate news di grande portata, anche queste coppie possono avere sbalzi fortissimi di prezzo e picchi improvvisi di volatilità.

Ad un livello intermedio di volumi scambiati e di volatilità ci sono le COPPIE DI VALUTE INCROCIATE.
Tra queste ci sono coppie che hanno oscillazioni abbastanza ampie, come quelle che coinvolgono la sterlina (GBP-NZD, GBP-AUD, GBP-JPY e GBP-CAD), ma anche quelle che hanno oscillazioni di prezzo abbastanza modeste come EUR-CHF, CAD-CHF, AUD-CHF e EUR-GBP.

In generale invece le COPPIE DI VALUTE più VOLATILI sono le ESOTICHE.
Esse infatti presentano volumi di scambi ridotti, bassa liquidità e quindi le fluttuazioni dei prezzi possono essere anche forti e improvvise (in certi casi può diventare anche altissima).
Proprio per questo il costo del trading (spread o commissioni) è normalmente più alto rispetto a quello delle coppie principali o secondarie.

Operare sulle valute esotiche è PIU’ RISCHIOSO proprio a causa della grande volatilità che le caratterizza. Tuttavia molti trader cercano proprio queste rapide e violente escursioni di prezzo, per via dei buoni profitti che possono generare (chiaramente occorre una accuratissima politica di money e capital management).
Non c’è bisogno di sottolineare che occorre una discreta esperienza prima di avventurarsi in questi mercati.
Buon trading!

Non è possibile commentare questo post.

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA