Home
bank-of-japan.jpg

La Bank of Japan conferma gli stimoli e taglia il target sull'inflazione. Yen ancora debole

Scritto da -

L'obiettivo 2% non potrà essere raggiunto entro i termini previsti e così l'istituto centrale lo rinvia a marzo 2018
Al termine della due giorni del comitato di politica monetaria, la Bank of Japan conferma la sua politica di sostegno all'economia, ma prende atto l'obiettivo inflazione al 2% non potrà essere raggiunto entro i termini previsti (marzo 2017) e così lo rinvia a marzo 2018.
Niente di nuovo nella sostanza, visto che questa evoluzione era già stata annunciata dal governatore Kuroda (il cui mandato scade ad aprile 2018). La modifica della previsione sull'inflazione era stata attesa dopo che i prezzi al consumo hanno registrato nel Paese del Sol Levante una variazione negativa per 7 mesi di fila.

Le prospettive dell'economia nipponica rimangono ancora incerte, e la banca centrale giapponese ha confermato un tasso di interesse negativo a -0,10%, nonché il programma di acquisti di asset per 80 mila miliardi di yen. Viene confermata anche la nuova modalità di questi acquisti di titoli, che serviranno a controllare la curva dei rendimenti e tenere il tasso del titolo decennale a zero, annunciando la preferenza all'acquisto dei titoli a più lungo termine.

CERCHI UN BUON BROKER FOREX? CONFRONTA LE LORO PROPOSTE CON LA NOSTRA TABELLA

Dopo la pubblicazione dei comunicati della Bank of Japan, nel Forex market lo yen si era rafforzato leggermente, ma nel corso della mattinata la valuta nipponica è andare indebolendosi sia contro il dollaro (cross UsdJpy a 104,96, +0,13%), sia nei confronti di euro (cross EurJpy a +0,14%) e sterlina (cross GbpJpy a +0,2%).





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
h 4 a 2 L 7
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader