yen-3.jpg

Giappone, inflazione debole (e Yen troppo forte). BoJ sotto pressione, taglio dei tassi ipotesi concreta

Scritto da -

L'economia nipponica continua a frenare e la Bank of Japan potrebbe intervenire onde evitare una brusca recessione economica
Non arrivano buone notizie da Tokyo per l'economia giapponese. L'inflazione di base è infatti rimasta ai minimi di due anni a luglio, mettendo ulteriore pressione sulla Bank of Japan che presto potrebbe intervenire onde evitare una brusca recessione economica.

Inflazione al palo, lontanissima dal target


Secondo gli ultimi dati resi noti dall'ufficio di statistica, l'indice dei prezzi al consumo di base - che include i prodotti petroliferi ma esclude i prezzi dei prodotti alimentari freschi - è aumentato dello 0,6% a luglio su base annua, in linea con le attese e con il dato del mese precedente. Si tratta del ritmo di crescita più lento da luglio 2017.
Anche l'inflazione "core-core", che esclude gli effetti dei costi alimentari ed energetici, è aumentato dello 0,6% a luglio rispetto all'anno precedente.

Questi dati confermano che la Bank of Japan è ben distante dal proprio obiettivo di dinamica dei prezzi al 2%, sebbene non sia in deflazione. L'economia giapponese sta risentendo del crollo delle esportazioni a seguito della guerra commerciale USA-Cina e del rallentamento della domanda globale.


BoJ verso ampliamento dello stimolo?


Questa situazione sta mettendo sempre più pressione sulla BoJ, in un contesto in cui le maggiori banche centrali mondiali stanno valutando la possibilità di mettere sul piatto ulteriori stimoli per la crescita economica.
In effetti, lo stesso istituto giapponese nell'ultima riunione politica si è impegnato ad espandere lo stimolo nel caso in cui si fosse prolungato il rallentamento globale, minacciando di far deragliare la ripresa economica del Giappone.

Nel corso del secondo trimestre la terza economia mondiale è cresciuta dell'1,8% su base annua, grazie ai solidi consumi delle famiglie e agli investimenti delle imprese. Ma nonostante i segnali di forza interni, c'è bisogno di una ripresa della domanda globale per sostenere le prospettive di crescita giapponesi.
A luglio le esportazioni sono scivolate per l'ottavo mese (preoccupa soprattutto il calo verso la Cina, 9,3% su base annua), e la fiducia dei produttori giapponesi è diventata negativa per la prima volta dall'aprile 2013, secondo l'indagine di Reuters Tankan. Inoltre il Pmi manifatturiero si è attestato a 49,5 punti, ancora in fase di contrazione (sotto il livello i 50 punti).


L'apprezzamento dello Yen contro USD ed EUR


Sono cresciute le possibilità che la BoJ intervenga ancora sui tassi di interesse, che sono al livello negativo da gennaio 2016 (-0,1%). Tanto più perché se lo Yen si sta rafforzando a un livello scomodo.

Anche se oggi la valuta giapponese perde quota a causa dell'aumento delle aspettative dovish della Bank of Japan, la coppia ha perso quasi 3 punti percentuali nell'ultimo trimestre (aggirandosi verso i massimi di un anno e mezzo a 105,78) come possiamo vedere sulla webtrader .

img


Nei confronti dell'euro () il progresso della valuta giapponese sfiora i 4 punti percentuali.
Ben più corposo l'apprezzamento nei confronti della sterlina britannica, che nel corso dell'ultimo semestre sfiora il 10% a causa delle ripercussione della questione Brexit sulla valuta britannica.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
1 H 8 G 8 V
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto