Home
bandiere pennant trading

BANDIERE e PENNANT trading: pattern di analisi tecnica. Ecco la GUIDA

Scritto da -

Analisi tecnica: bandiere flag e pennant nel forex trading, guida completa con livelli di target e modalità di utilizzo

Due figure di analisi tecnica molto utilizzate nel trading sono le BANDIERE (flag) e PENNANT (gagliardetto).
Quando si formano su un grafico, evidenziano che il prezzo sta per riprendere il trend. Si tratta infatti di due PATTERN DI CONTINUAZIONE, cioè si formano durante una pausa di un trend molto accentuato e prima che esso riparta.

Possono avere sia una connotazione rialzista che ribassista, a seconda dell’inclinazione della figura (verso il basso o verso l’alto).

Vediamo anzitutto uno schema che li rappresenta, così li spieghiamo meglio…

bandiere-pennant-trading-1.jpg

Come puoi vedere in figura, sia nelle BANDIERE che nei PENNANT, c’è anzitutto un movimento del prezzo molto deciso (un trend bello forte), al rialzo/ribasso. Questo movimento molto deciso finisce per rappresentare l’ASTA del nostro pattern.

Successivamente, nel caso delle BANDIERE il prezzo comincia ad oscillare, muovendosi dentro un canale (e così la forma finisce per assomigliare a una BANDIERA).
Nel caso dei PANNANT invece si muove in un intervallo sempre più stretto, a triangolo (e così la forma complessivamente finisce per somigliare a un GAGLIARDETTO).

Va precisato che BANDIERE e PENNANT presentano una inclinazione quasi sempre opposta rispetto alla direzione del trend: se il trend principale è rialzista, flag e pennant sono orientati verso il basso; se il trend principale è ribassista, flag e pennant sono orientati verso l’alto.

Il significato di BANDIERE e PENNANT nel trading

E’ importante comprendere che cosa succede su un mercato, quando si formano delle BANDIERE o PENNANT trading.
Il mercato attraversa infatti tre fasi distinte, che adesso andiamo a vedere con l’aiuto di una immagine tratta dal famoso broker .

bandiera_pennant_trading

FASE 1) dapprima si verifica un FORTE MOVIMENTO direzionale unitamente a un aumento degli scambi. Questo forte movimento graficamente genera una linea quasi verticale (l’asta, detta anche flagpole)
FASE 2) poi la spinta del trend si attenua per via delle prese di profitto e per la convinzione di molti che il trend possa invertire rotta. Accade così che la salita/la discesa si prende una pausa, i volumi diminuiscono e si crea una zona di congestione dei prezzi (la bandiera o il gagliardetto)
FASE 3) infine c’è il BREAKOUT: i compratori/venditori prendono nuovamente il sopravvento, e si assiste a una nuova esplosione direzionale con incremento dei volumi, nel senso opposto all’inclinazione della figura.


Fare trading con BANDIERE e PENNANT

Come agiscono gli investitori in presenza di un FLAG o di un PENNANT?
L’ingresso sul mercato va fatto SOLO DOPO il breakout, ovvero subito dopo la rottura della figura (inoltre è meglio attendere la chiusura della candela che fa il breakout).
Lo vediamo nell’esempio sul broker .

bandiera_pennant_trading_breakout

Target di profitto (Take Profit) e Stop Loss

Riguardo al TARGET DI PREZZO, dal momento che spesso dopo il breakout si assiste ad un impulso lungo quanto quello originario, solitamente si proietta la lunghezza dell’asta a partire dalla fine della candela di rottura della figura.

Qui sotto vediamo un esempio concreto grazie al famoso broker .

bandiere-pennant-trading-2.jpg

Il livello di Stop Loss generalmente viene posizionato sotto il minimo della figura in caso di ingresso Long (acquistare), oppure sopra il massimo in caso di ingresso Short (vendere). I più aggressivi però lo piazzano anche a distanze leggermente maggiori.

Come si vede, il trade si sarebbe risolto con un ottimo profitto, visto che il prezzo scende fino al TARGET fissato proiettando l’asta.

Tuttavia il nostro suggerimento è di procedere senza avidità, impostando ANCHE un TARGET INTERMEDIO della stessa dimensione dello STOP LOSS, e quando questo viene raggiunto bloccare su questo livello il profitto, e successivamente spostare il nostro TARGET proiettando la lunghezza dell’asta.
L’esempio appena visto diventa quindi così…

flag-bandiera-pattern-target.png

…altri due esempi

Qui vediamo un altro esempio, sempre su piattaforma .
In questo caso siamo in presenza di una flag rovesciata, ma anche stavolta il trade si sarebbe risolto con un ottimo profitto, visto che anche in questo caso il prezzo scende fino al TARGET fissato proiettando l’asta della nostra bandiera.

bandiere-pennant-trading-3.jpg

Infine nella figura in basso vediamo un esempio concreto molto interessante riguardante il pattern PENNANT (GAGLIARDETTO).
In questo caso si dimostra prezioso il nostro suggerimento di fissare sempre un TARGET INTERMEDIO alla stessa distanza dello stop loss. Se fossimo stati avidi, probabilmente non avremmo ottenuto nulla.
Invece in questo caso sul broker blocchiamo il profitto minimo, e poco importa se alla fine non verrà raggiunto il target ottenuto dal proiettamento dell’asta a partire dal breakout (peccato perché l’asta era davvero lunga).

pennant-pattern.png

Conclusioni su Pennant e bandiere nel trading

Acquisire un po’ di dimestichezza e di colpo d’occhio per identificare flag e pennant, significa investire bene il proprio tempo. Infatti si tratta di figure semplici ma molto efficaci per fare trading.
Magari qualche colpo a vuoto capiterà sempre di spararlo, ma cavalcare un impulso prolungato dopo la rottura di uno di questi pattern, è una soddisfazione personale ed una gioia per il portafogli.

Adesso proseguiamo con la nostra analisi dei pattern più noti.
Ecco quelli che dovresti studiare con attenzione:

Unisciti alla discussione

1 risposta su “BANDIERE e PENNANT trading: pattern di analisi tecnica. Ecco la GUIDA”

  1. Commentato il 3 Gennaio 2022 alle 5:16 am da Eulah

    Hello my loved one! I want to say that this article is amazing, nice written and come with almost all vital infos.
    I would like to peer extra posts like this .

IN EVIDENZA