bandiere-pennant-trading-0.jpg

Trading con BANDIERE e PENNANT. Pattern di analisi tecnica, strategia ed esempi

Scritto da -

Analisi tecnica: bandiere flag e pennant nel forex trading, guida completa con livelli di target e modalità di utilizzo

Le bandiere e i pennant sono delle figure di analisi tecnica molto utilizzate nel trading. Si concretizzano quando la sequenza delle candele dei prezzi finisce per assumere particolari "forme", ricordando appunto una BANDIERA CON L'ASTA (se a forma di parallelepipedo) oppure un PENNANT / GAGLIARDETTO CON LA SUA ASTA (se a forma di triangolo).


Si tratta di pattern di continuazione, cioè si formano durante una pausa di un trend molto accentuato e prima che esso riparta. Possono avere sia una connotazione rialzista che ribassista, a seconda dell'inclinazione della figura (verso il basso o verso l'alto).
Ecco come si presentano...
bandiere-pennant-trading-1.jpg


Il significato di bandiere e pennant nel trading


Queste configurazioni si generano in tre fasi, che corrispondono a precisi momenti che avvengono sui mercati:
1) dapprima si verifica un FORTE MOVIMENTO direzionale unitamente a un aumento degli scambi. Questo forte movimento graficamente genera una linea quasi verticale (l'asta, detta anche flagpole)
2) poi la spinta del trend si attenua per via delle prese di profitto e per la convinzione di molti che il trend possa invertire rotta. Accade così che la salita/la discesa si prende una pausa, i volumi diminuiscono e si crea una zona di congestione dei prezzi (la bandiera o il gagliardetto)
3) infine i compratori/venditori prendono nuovamente il sopravvento, e si assiste a una nuova esplosione direzionale con incremento dei volumi, nel senso opposto all'inclinazione della figura (breakout dalla figura).



Fare trading con bandiere e pennant


Sia le bandiere che i pennant si formano solitamente verso la META' DI UN FORTE TREND, con una inclinazione quasi sempre opposta rispetto alla direzione del trend stesso. Se il trend principale è rialzista, flag e pennant sono orientati verso il basso, mentre se il trend principale è ribassista, flag e pennant sono orientati verso l'alto.
I trader fanno ingresso sul mercato solo dopo che avviene il così detto breakout, ovvero la rottura della figura (meglio attendere la chiusura della candela).


Dal momento che è frequente che dopo il breakout ci sia un impulso lungo quanto quello originario, per stabilire il TARGET DI PRIMO LIVELLO si proietta l'ampiezza del movimento precedente alla formazione della figura (ossia l'asta), a partire dalla fine della candela di rottura della figura.
Qui sotto vediamo un esempio sulla coppia EUR-CHF sulla XM group. Come si vede, il trade si sarebbe risolto con un ottimo profitto.
bandiere-pennant-trading-2.jpg


Qui vediamo un altro esempio, stavolta sulla coppia un esempio sul cross EUR-CAD e sempre su piattaforma XM group.
In questo caso siamo in presenza di una flag rovesciata, ma anche stavolta il trade si sarebbe risolto con un ottimo profitto.
bandiere-pennant-trading-3.jpg


E lo Stop Loss? Molti lo posizionano sotto il minimo della figura in caso di ingresso Long, e sopra il massimo in caso di ingresso Short. I più aggressivi però lo piazzano anche a distanze leggermente maggiori.
A prescindere dalle preferenze e dalla propria propensione al rischio, quel che è sicuro è che queste figure consentono l'utilizzo di uno stop-loss decisamente ridotto rispetto al potenziale take-profit. Niente male.


Conclusioni su Pennant e bandiere nel trading


Acquisire un po' di dimestichezza e di colpo d'occhio per identificare flag e pennant, significa investire bene il proprio tempo. Infatti si tratta di figure semplici ma molto efficaci per fare trading.
Magari qualche colpo a vuoto capiterà sempre di spararlo, ma cavalcare un impulso prolungato dopo la rottura di uno di questi pattern, è una soddisfazione personale ed una gioia per il portafogli.
Buon trading!





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
2 d 9 q 5 Z
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto