real-brasile.jpg

Cambio Euro-Real, previsioni sull'andamento futuro della coppia

Scritto da -

Previsioni 2018 sul cambio Eur-Brl (euro real brasiliano) e Usd-Brl (dollaro real). Ecco i temi più importanti
I prossimi mesi saranno proficui per il Real Brasiliano oppure no? Come si evolverà il cambio euro-real, che previsioni si possono fare nel medio periodo? E contro il dollaro? Vediamo di capire che aria tira nel paese Sudamericano.

Sappiamo che il Real si è ripreso lentamente a partire dalla fine del 2016, dopo anni durissimi durante i quali ha perso terreno contro dollaro ed euro.
Basti pensare che nel 2011 il cross UsdBrl scambiava a 1,549, mentre a febbraio 2016 era arrivato a quota 4,01. Non è stato diverso lo scenario contro l'euro. A inizio 2011 la coppia EurBrl scambiava a 2,203 mentre nel 2016 è arrivata a lambire il livello di 4,40.

Lo slancio a partire dal 2016


Poi però le cose sono cambiate dalla metà 2016. Dopo anni di grave recessione l'economia brasiliana ha intrapreso un percorso di riforme e crescita. Il PIL è tornato a salire (+0,7% nel 2017), la bilancia dei pagamenti è migliorata, la disoccupazione ha cominciato a scendere.
Anche l'inflazione - che fino al 2016 è schizzata al rialzo arrivando alla doppia cifra - è scesa rapidamente arrivando entro il target accettabile per la Banca del Brasile (a gennaio 2018 è al 2,95%).




Grazie a questo scenario il Banco Central do Brasil (BCB) ha potuto ridurre il suo stimolo monetario, tagliando il tasso Selic più volte a partire dal 14,25% al quale si trovava nell'agosto 2016.
Lo slancio economico e riformista ha messo le ali alla valuta brasiliana, che nel 2017 ha guadagnato molto terreno nel Forex contro il dollaro, scendendo verso 3,15.
Il cambio EurBrl è intanto sceso tra il 2016 e inizio 2017, ma poi s'è mosso in costante aumento passando da 3,35 a 3,90.

I dubbi del 2018 sul cambio euro-real e dollaro-real


Cosa accadrà adesso? Quali previsioni si possono fare sulle coppie Euro-Real e dollaro-Real?
La risposta si intreccia con gli eventi internazionali e le questioni politiche.
Le tensioni USA-Cina sul fronte commerciale e la crisi turca hanno dato una brutta mazzata ai mercati emergenti, che sono stati tutti penalizzati.
Per quanto riguarda il Brasile c'è poi l'importantissimo appuntamento con le elezioni di ottobre 2018, avvolte da una grossa incertezza e tensione, come testimonia l'accoltellamento del candidato Jair Bolsonaro a inizio settembre. Dalla prossima tornata elettorale è estromesso l'ex presidente Lula che era dato per favorito (è stato arrestato a inizio aprile dopo la condanna a 12 anni per corruzione e riciclaggio). I mercati non sanno cosa aspettarsi da chi prenderà lo scettro del potere, se verrà a meno proseguito il percorso riformista.

Tutto questo crea grossi timori e pressioni sulla valuta brasiliana, che nel 2018 è andata in caduta libera sia contro l'euro che contro il dollaro. La coppia UsdBrl ha raggiunto i massimi pluriennali oltre quota 4.00.
La coppia EurBrl da metà febbraio ha cominciato la salita, fin verso quota 4.85 (Nel corso di un anno la valuta brasiliana ha perso il 29% contro quella della UE).

Nel frattempo la BCB ha portato il tasso Selic fino al 6,50%.



E' probabile che fino a quando non si avranno delle percezioni più chiare in merito alle elezioni politiche, la valuta brasiliana possa tendere a scendere ancora per qualche tempo. Se dovesse prendere forza l'ipotesi di una vittoria del candidato riformista, il real si apprezzerebbe. L'affermazione dei populisti invece potrebbe essere vissuta male dai mercati.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
2 n 2 H 8 j
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market