yuan.jpg

Cina, ancora dati deboli: il PIL rallenta. Lo YUAN frena contro USD ed EUR

Scritto da -

Il PIL non cresceva così piano da quasi 28 anni. Pesano la guerra dei dazi e la riconversione del sistema economico
I segnali di frenata della seconda economia mondiale continuano ad arrivare. Questo lunedì ad allarmare i mercati ci ha pensato il report sul PIL. L’economia cinese viaggia a un ritmo del 6,6% annuo, ovvero lo 0,2% in meno dell'anno scorso. Si tratta del dato peggiore da ben 28 anni. L'unica consolazione è che l’obiettivo fissato dai pianificatori di Pechino era intorno al 6,5%, quindi è stato raggiunto.

Nell'ultimo trimestre del 2018 la crescita del PIL è stata al 6,4%, in calo rispetto al 6,5% del trimestre precedente. Il consumo è stato ancora una volta il driver di crescita dominante, con un contributo del 76,2% al PIL (+18,6% rispetto all'anno precedente).



La frenata della seconda economia mondiale è frutto specialmente di due fattori.
Il primo è la guerra dei dazi con gli USA. Non a caso adesso i mercati sono tutti focalizzati sulla missione a Washington del vicepremier Liu H, in programma a fine gennaio.
Il secondo è la profonda riconversione dell'intero sistema economico cinese, adesso meno orientato a svilupparsi tramite l’indebitamento.
Il Governo continuerà a mettere in campo tutti gli stimoli necessari a far ripartire la locomotiva asiatica, e questo rincuora gli investitori.

Sul mercato valutario la lista di dati deludenti dalla Cina ha avuto l'effetto di spegnere lo yuan, che perde leggermente quota contro dollaro ed euro. La coppia USDCNH viaggia a 6.8051. Anche l'USDCNY segna un lievissimo passo in avanti come l'EURCNY.



Ricordiamo che nell'ultimo mese i tassi di cambio dello Yuan sono andati in miglioramento, sulla scia delle speranze di un accordo commerciale e di misure di sostegno aggressive che contribuiscono a migliorare l’economia cinese.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
4 d c 9 N 4
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto