dollaro-australia.jpg

RBA ferma sui tassi, ma si apre uno spiraglio per la svolta restrittiva. AUD in crescita

Scritto da -

Le previsioni macro sono state riviste in meglio, la RBA ha infatti alzato le previsioni di crescita per il 2018 e il 2019
La Reserve Bank of Australia non ha toccato i tassi, ma si apre uno spiraglio affinché lo faccia in futuro. La scorsa notte la RBA ha deciso di mantenere il tasso di interesse all'1,50%, livello minimo al quale fu portato ad agosto 2016. Da allora per 26 volte il board della banca centrale s'è riunito senza fare ritocchi.

Secondo il Consiglio il livello attuale dei tassi è coerente con la crescita dell'economia australiana e con gli obiettivi di inflazione. Le previsioni macro sono state però riviste in meglio, la RBA ha infatti alzato le previsioni di crescita per il 2018 e il 2019: dovrebbe essere intorno al 3,5% in questi due anni, prima di rallentare nel 2020.
Proprio da queste revisioni positive nasce la speranza dei mercati di vedere la banca centrale australiana più vicina ad una manovra restrittiva, anche se il governatore Philip Lowe ha spiegato che il board rimarrà cauto.



Ci sono infatti dei rischi da considerare. Primo tra tutti l'evoluzione della guerra commerciale (anche alla luce delle elezioni di Midterm negli USA), ma pure le tensioni interne alla UE e in generale qualche rischio geopolitico. Sappiamo bene quanto il dollaro australiano risenta del clima generale che si respira sui mercati, e della maggiore o minore propensione al rischio che c'è.

Proprio questo clima teso (oltre al divario di atteggiamento rispetto alla FED) ha provocato fino a poco tempo fa un brusco calo del dollaro australiano, che aveva toccato un minimo pluriannuale contro l'USD. La coppia AudUsd ha testato ripetutamente il supporto psicologico di 7.00, ma grazie a un guadagno del 2% nell'ultima settimana è risalita su 7.24.



Anche nei confronti dell'euro c'è stato un rimbalzo della valuta australiana. La coppia EurAud è scesa dal livello 1,60 ed è giunta a 1.57 (nell'ultimo mese ha guadagnato il 3%).

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
4 C Q 5 f 3
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market