Home

Turchia, inflazione ai record da 9 anni. Usd-Try verso i massimi del 2017

Scritto da -

L'inflazione ha raggiunto l'11,90%, per trovarne uno più altro bisogna tornare indietro al 2008

Continua la marcia al rialzo dell’inflazione in Turchia. Appena pochi giorni fa la CBRT aveva deciso di lasciare il tasso di interesse invariato all’8%, proprio per via del riacutizzarsi delle pressioni inflazionistiche. E i dati divulgati oggi dal Turkish Statistical Institute confermano questo timore.

L’inflazione ha raggiunto l’11,90%, un livello record per gli ultimi 9 anni. L’ultimo valore più alto è stato registrato infatti nel 2008, quando i prezzi crebbero fino all’11,99%. il dato atteso dagli analisti era 11,50%. Su base mensile, i prezzi al consumo sono saliti di 2,08% da settembre.

Pochi giorni fa, come detto, la Banca Centrale – per bocca di Murat Cetinkaya – aveva dichiarato che la posizione restrittiva sarà mantenuta finché tali prospettive inflazionistiche non mostreranno un miglioramento significativo diventando coerenti con gli obiettivi (il target fissato dalla CBRT è del 5%).
La banca centrale ha aumentato la sua previsione circa il CPI di fine anno al 9,8% e ha avvertito che la volatilità della lira e un aumento del prezzo del petrolio possono spingere l’inflazione più in alto nel breve termine.

Per completezza diciamo l’ufficio statistico ha mostrato anche che l’inflazione dei prezzi alla produzione è salita a 17,28% in ottobre dal 16,28% precedente.

Sul mercato valutario per la Lira turca questo inizio di novembre prosegue lungo la scia negativa del mese precedente.
Il TRY continua a perdere contro l’euro: questa mattina la coppia (+6,25% a ottobre) sale a 4,45, mentre la coppia (+7,2% a ottobre) sale a 3,8255 e si avvicina ai massimi del 2017 (fonte grafica broker ).

img

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA