Home

Bitcoin si rimette in marcia e punta a 6000$: BTC +1%

Scritto da -

Dopo un momentaneo calo la criptovaluta più famosa al mondo ha ripreso a correre senza freni

Ancora una volta Bitcoin ha scrollato le spalle dopo un rally e il successivo ripiegamento, e poi ha ripreso la marcia “minacciando” nuovamente quota 6.000 dollari. Mercoledì si era verificato un diffuso calo sulle criptovalute (a questo punto giustificabile con il classico “profit taking” e non tanto per la minacciosa presenza dei regolatori al’orizzonte), con Bitcoin in discesa fino a 5100 dollari. C’erano peraltro stati ripiegamenti anche su Ethereum (-8%) e Ripple (-12%).

Da allora in poi però la criptovaluta più famosa al mondo non si è più fermata, tanto che a meno di 24 ore dal calo il prezzo del BTC ha guadagnato ben il 7,13%, come possiamo vedere sulla piattaforma JForex del broker .

img

A spingere la quotazione del BTC potrebbe essere la notizia della prossima imminente hard fork in arrivo (Segwit2x a metà novembre), nonché l’arrivo di un nuovo hard fork denominato Bitcoin Gold (BTG). Quando ci fu l’ultimo episodio del genere e nacque Bitcoin Cash ad agosto, la criptovaluta originaria rispose con una frenata iniziale ma poi accelerò in modo impetuoso. Peraltro va precisato che mentre Bitcoin Cash è stato sviluppato per entrare in concorrenza con il Bitcoin, per Segwit2x non sarà così.

Occhio però agli effetti futuri di quanto sta succedendo negli USA. La Commodity Futures Trading Commission statunitense infatti ha da poco avocato a sé la competenza e la giurisdizione sui derivati in criptovalute, dal momento che sono assimilabili alle commodity. Anche in Russia s sta valutando la creazione di una “Crypto-Detective Agency”. La presenza dei regolatori potrebbe quindi incidere sulle prossime evoluzioni del Bitcoin.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA