Home
dollaro-australia-2.jpg

Australia, tassi confermati all'1,50%. Aussie in calo: Aud-Usd -0,7%

Scritto da -

L'attenzione della RBA resta concentrata sulle dinamiche del mercato del lavoro e degli alloggi, e sull'alto indebitamento delle famiglie
Il costo del denaro in Australia non si muove. Come era nelle previsioni, la Reserve Bank of Australia ha deciso di confermare i tassi all'1,5%. Del resto era tutto abbastanza scontato dopo che le minute RBA avevano preannunciato una politica monetaria senza cambi per un bel po' di tempo.

La banca centrale aveva espresso le sue perplessità circa un aumento del costo del denaro, dal momento che potrebbe zavorrare la crescita economica del paese. Non stupisce quindi che per il decimo mese consecutivo i tassi sono rimasi fermi. L'ultimo ritocco fu fatto ad agosto 2016, quando la banca centrale tagliò i tassi dello 0,25% portando il costo del denaro ai nuovi minimi storici.
L'attenzione massima della RBA rimane concentrata sulle dinamiche del mercato del lavoro e degli alloggi, oltre che verso l'alto indebitamento delle famiglie.



Sul fronte macro, l'istituto di statistica ha rilevato che le vendite al dettaglio hanno segnato a maggio un rialzo dello 0,6% rispetto al mese precedente, quando erano salite dell'1%. Gli analisti si aspettavano un aumento più contenuto dello 0,2%.

Sul mercato valutario l'aussie perde terreno. Il cross scivola a 0,7606. Continuiamo comunque ad essere nel canale (compreso tra 0,756 e 0,763) nel quale la coppia si muove da qualche settimana.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
5 H 8 j 4 t
Trading strategies

Ultime notizie
euro-2.jpg
Il dollaro Usa è appesantito dall'attesa di dati macro e delle trimestrali, che daranno indizi sulla solidità della ripresa economica
borsa-piazza-affari-3.jpg
Pressione enorme sulla controllante di Autostrade. Il premier Giuseppe Conte ha annunciato che porterà il dossier revoca in CdM
criptovalute-2.jpg
Le top della settimana sono Cosmos (45%), Stellar (41%), Cardano e VeChain (29%), BitcoinSV (20%), BinanceCoin (19%)

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Aggiornata a giugno 2020. Evitate le fregature: l'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market