Home

Guadagnare con il trading: la strategia del canale basata sulle candele e i trend

Scritto da -

In questa strategia si cerca una rottura del canale per individuare il momento giusto per fare l'ingresso sul mercato

La strategia del canale è uno di quei piani di azione più semplici ma al tempo stesso efficaci nell’ambito del trading online. Può infatti essere la base per elaborare dei piani di azione complessi, oppure essere sfruttata così com’è.
Ad ogni modo, è una delle strategie di base che dovresti conoscere.

Elementi chiave della strategia del canale

La strategia del canale è idonea per essere utilizzata su intervalli di tempo di almeno 4 ore, e maggiore sarà questo intervallo più sarà efficace. Inoltre è possibile sfruttarla su tutti i tipi di asset: coppie di valute, beni, indici, azioni e future.

Per canale si intende una “fascia” individuata sul grafico grazie a una serie di punti massimi e alcuni punti minimi di candele con una tendenza omogenea.
Ti assicuriamo che è più semplice a farsi che a spiegarsi, e allora vediamolo nella pratica cosa si intende e come si disegna un canale…

Come disegniamo un canale?

Per disegnare un canale occorre davvero poco.
Partiamo da uno screenshot tratto da , uno degli operatori più apprezzati dai trader.

canale-trading-1.jpg

Per disegnare un canale ci sono quindi 2 possibilità:
1) Se c’è un trend al rialzo, cominciamo prima con l’unire due o più minimi crescenti ottenendo così una linea che fa da “ostacolo” al rimbalzo dei prezzi (supporto). Poi tracciamo una parallela dove il prezzo è “rimbalzato” più volte, arrivando così a descrivere il canale nel quale i prezzi sono rimasti imprigionati.
2) Se c’è un trend al ribasso cominciamo invece con l’unire due o più massimi decrescenti ed ottenere una linea che in questo caso funge da resistenza, lungo la quale i prezzi del trend ribassista hanno trovato un ostacolo al loro rimbalzo. Tracciando una parallela dove si è verificato un rimbalzo del prezzo, descriveremo il nostro canale nel quale i prezzi hanno rimbalzato dalla trendline inferiore a quella superiore.

…il canale dinamico

Vedere l’immagine di un canale bella e pronta è interessante, ma bisogna sottolineare che un canale va costruito man mano che i prezzi si formano, perché va continuamente “aggiornato” nel caso in cui si formano nuovi punti di massimo o di minimo.
Per spiegarlo meglio vediamo di costruiamo assieme.

Nell’immagine qui sotto abbiamo un grafico di un asset, ripreso in due differenti momenti.
Nella figura di sinistra abbiamo tracciato una prima trendline che passa per i primi due minimi crescenti, e poi la parallela ad essa per definire anche la resistenza. Abbiamo così definito il canale.

canale-trading.jpg

Nella seconda immagine vediamo invece cosa succede quando è passato un po’ di tempo e viene violata la resistenza che avevamo fissato. Si è venuto quindi a generare un nuovo punto di massimo. Per adeguarci a questa variazione abbiamo quindi “plottato” la parallela alla trendline inferiore, che passerà proprio per il nuovo massimo.
Abbiamo quindi abbandonato la vecchia resistenza perché è stata violata al rialzo.

Tutto chiaro?
Bene. Adesso che sai cosa è un canale e come si costruisce, vediamo una strategia.

Segnali di acquisto e vendita della strategia del canale

In questa strategia si cerca una rottura del canale per individuare il momento giusto per fare l’ingresso sul mercato.
Se abbiamo individuato un canale al ribasso e il prezzo dell’asset supera i valori del canale di 30 punti, allora entriamo aprendo una posizione di acquisto. Si dice che c’è stata una rottura del canale verso l’alto.

strategia-canale-trading-1.jpg

Al contrario, se il nostro canale è al rialzo e il prezzo dell’asset va sotto i valori del canale di 30 punti, allora entriamo aprendo una posizione di vendita (rottura del canale verso il basso).

strategia-canale-trading-2.jpg

Impostare lo stop loss

Per garantire il nostro capitale contro eventi improvvisi oppure una previsione errata, possiamo impostare uno stop loss verrà a 20 punti dall’altro limite del canale. In questo modo siamo sicuri che anche se dovesse andarci male qualche previsione, non esporremo le nostre risorse a gravi perdite.

Conclusioni

Come vedi costruire un canale non è affatto complesso, e tutte le piattaforme di broker hanno tra i loro strumenti proprio quella di impostarne uno: a te viene chiesto solo di tracciare la prima linea, mentre la parallela viene tracciata in automatico e tu devi solo spostarla verso l’alto o il basso seguendo eventuali punti di rottura, e quindi la formazione di un nuovo supporto o una nuova resistenza.
Buon trading!

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA