broadening-formation-1.jpg

Broadening Formation, cos'è e come si usa questa particolare figura di inversione del trend

Scritto da -

Una serie di massimi crescenti e minimi decrescenti in un range sempre più ampio, finché non si giunge al breakout

Una delle figure in assoluto più particolari che esiste in analisi tecnica è senza dubbio la broadening formation, che anche se non è molto frequente, di solito si forma quando finisce un trend, in genere rialzista (perché la volatilità che contraddistingue la fine delle fasi toro di mercato, sono di solito più marcate di quelle delle fasi orso).


Come si presenta una broadening formation (megaphone)


La broadering formation si genera quando si formano una serie di massimi crescenti e minimi decrescenti, che si alternano all'interno di un range sempre più ampio, finché non si giunge al breakout.
Graficamente assume la forma di un megafono o di triangolo al contrario, ovvero che poggia sulla punta e non sulla base (da qui anche il nome di megaphone).
broadening-fomration.jpg


Di solito le Broadening Formation presentano 3 massimi crescenti e due minimi decrescenti, anche se non è una caratteristica che viene sempre rispettata, così come non vengono rispettate con precisione le trendline, visto che le oscillazioni di prezzo sono anche molto forti.
I primi massimi e minimi si distanziano solitamente poco, mentre i successivi si distanziano sempre di più, ad indicare il graduale ampliamento delle oscillazioni dei prezzi.
Proprio per queste caratteristiche la Broadening Formation non è affatto facile da identificare.


Occhio ai volumi


Nella Broadening Formation i volumi di solito aumentano durante la formazione della figura, in corrispondenza dell'aumento dell'oscillazione dei prezzi. Anche questa oscillazione si presenta quindi in espansione a ritmi irregolari.
Questo testimonia che nel mercato domina la componente emotiva, ovvero compratori e venditori hanno idee molto divergenti sull'evoluzione futura del prezzo e solitamente i grandi investitori sono temporaneamente fuori dal mercato stesso.


Broadening Top e Broadening Bottom


Abbiamo detto che in linea di massima questa figura si verifica per lo più durante fasi rialziste, ma può verificarsi anche durante trend ribassisti. Nel primo caso si parla di "broadening top", ovvero una serie di oscillazioni successive crescenti che culmina con l'inversione ribassista.
In caso contrario abbiamo una Broadening Bottom. Tale figura è costituita da due massimi crescenti e tre minimi decrescenti.


Anche in questo caso, così come abbiamo visto per altri indicatori di inversione, la formazione si considera completa soltanto quando si verifica il breakout della trendline (in questo caso quella inferiore, che fa segnare un minimo più basso dei precedenti).
Il breakout, in linea teorica, si verifica quando i grossi investitori decidono di rientrare sul mercato, assumendo posizioni contrarie al trend appena terminato. Ecco il motivo per cui il movimento che segue il breakout è spesso piuttosto deciso, specie quando la direzione è ribassista.


Il target


Il target price si può identificare proiettando, dal punto della rottura della trendline dei minimi (o dei massimi se si tratta di broadening bottom), l'ampiezza della base della figura nella direzione in cui è avvenuto il breakout.





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
3 p 8 z 4 R
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader