Home
draghi.jpg

BCE, Draghi non molla sul QE: «Continueremo con la politica espansiva»

Scritto da -

Il governatore conferma l'intenzione di rimanere sulla rotta tracciata finché l'inflazione non si avvicinerà al 2%
Non è che ci si attendesse qualcosa di differente da ciò che ha detto, ma comunque le parole di Mario Draghi hanno sempre il sapore della presa di posizione forte. La Bce continuerà con la politica monetaria espansiva, imperniata su quantitative easing e tassi ai minimi, e non c'è alcuna intenzione di modificare la rotta in corsa.

Il governatore della BCE lo dice chiaro e tondo a Berlino, proprio in quella Germania che lo critica in modo feroce. Secondo Draghi non è il momento di cambiare rotta, anzi rilancia: «Rimaniamo impegnati a mantenere un grado molto rilevante di politica monetaria espansiva, necessaria per una convergenza dell'inflazione verso livelli inferiori, ma prossimi al 2%». Proprio quest'ultima affermazione, rimarca ancora una volta l'intenzione di andare avanti anche dopo marzo nel programma di Quantitative Easing, se dovesse servire.



Draghi contrattacca proprio alcune critiche tedesche: «Non ci sono segni che i bassi tassi d’interesse stiano spostando rendite finanziarie dai Paesi più forti verso i paesi più deboli, come spesso viene sostenuto». I tassi bassi «incoraggiano l‘investimento e il consumo, ovvero quello che occorre per far tornare l‘economia al potenziale di crescita».
Inoltre, il numero uno della BCE risponde a un'altra critica giuntagli dalla platea. L'ombrello Bce non è vero che disincentiva i governi a procedere con le riforme, perché «la prova arriva da Italia e Spagna - dice Draghi - dove le riforme del mercato del lavoro sono state realizzate quando i tassi erano già bassi».




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
4 H k 3 U 3
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader