Home

NonFarmPayrolls migliori del previsto, il DollarIndex sale oltre 92

Scritto da -

Il cambio EurUsd ha esteso la discesa fino a varcare al ribasso anche la soglia dei 1,190 dollari

Continua spedita la marcia del dollaro statunitense, grazie ai dati sul lavoro diffusi oggi dal Dipartimento del Lavoro Usa, che sono stati migliori del previsto.
Negli Stati Uniti sono stati creati 379mila di posti di lavoro a febbraio (Non Farm Payrolls), in miglioramento rispetto ai 166mila posti di lavoro di gennaio. Il dato è stato decisamente migliore rispetto al consensus, che indicava un dato inferiore e pari a 182mila.

Il ha così guadagnato ulteriore terreno, sfondando quota 92 per la prima volta in più di tre mesi e dirigendosi verso il suo miglior guadagno settimanale da settembre.

Negli ultimi giorni il biglietto verde ha altresì beneficiato dai rendimenti del Tesoro alle stelle, e anche delle dichiarazioni di ieri del presidente della Federal Reserve Powell.
Il capo della banca centrale americana ha ribadito che la riapertura economica potrebbe spingere temporaneamente l’inflazione, ma la FED si è comunque impegnata a mantenere la sua attuale politica ultra accomodante fino a quando l’economia non raggiungerà la piena occupazione e l’inflazione sarà al 2%.

Il dollaro marcia forte anche contro l’euro. Il cambio ha esteso la discesa fino a varcare al ribasso anche la soglia dei 1,190 dollari, attestandosi intorno al suo livello più debole dalla fine di novembre. L’euro era già sotto pressione poiché gli investitori continuano a monitorare il ritmo lento della vaccinazione COVID-19 nell’UE e il suo impatto sulla ripresa economica dell’Europa.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA