Home

Il DOLLARO finisce in calo la settimana. Index di nuovo sotto 0,93

Scritto da -

Malgrado il recente calo, la valuta statunitense ha vissuto una settimana proficua, con l'Index in salita dello 0,5%

Sfumato l’effetto elezioni, il dollaro chiude in calo una settimana che era cominciata con la grande euforia da vaccino dopo l’annuncio della Pfizer, ma finisce in tono molto meno ottimistico.
La conta degli infetti di questa seconda ondata da Covid tocca nuovi record negli USA, e la consapevolezza che nessuna cura sarà disponibile per evitare una drammatica escalation di casi questo inverno, ha peggiorato il sentiment dei mercati e dei consumatori (potrebbe influenzare la stagione degli acquisti natalizi). Intanto i prezzi alla produzione USA hanno subito un rallentamento.

In questo contesto, i rendimenti del Tesoro USA hanno continuato a ritirarsi dai massimi post-pandemici raggiunti mercoledì, mentre il è tornato nuovamente sotto la soglia dei 93, col biglietto verde che negli ultimi due giorni ha ceduto terreno rispetto a tutte le altre valute principali.

Complessivamente però, la valuta statunitense ha vissuto una settimana proficua, con l’Index in salita dello 0,5% e guadagni più o meno ampi rispetto ad euro, yen e franco svizzero. Soltanto la sterlina ha marciato in aumento rispetto al greenback ( +0,32%).

Il cambio è risalito oltre 1,18, ma non ha trovato slancio nel rilascio del PIL Eurozona del terzo trimestre, che è stato molto positivo (+12,6%) ma non ha centrato le aspettative.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA