Home
fed-2.jpg

FED, dalle minute emerge preoccupazione per la crisi. Tassi negativi? No, grazie

Scritto da -

La Fed infatti conta di mantenere il costo del denaro in un range dello 0-0,25% almeno sino al 2022
L'impatto economico della pandemia, continua a destare molte preoccupazioni nella Federal Reserve. E' quanto emerge dai verbali del FOMC, il Comitato di politica monetaria, riguardo alla riunione del 9-10 giugno.

L'epidemia di coronavirus si fa sentire sulla crescita e sui posti di lavoro, visto che ha indotto un forte calo dell'attività e un'impennata dei licenziamenti. Per il 2020, si attende una pesante recessione ed una impennata della disoccupazione.
I banchieri centrali USA parlano del "più grande declino nell'attività economica dai tempi della Seconda Guerra Mondiale".

Per questo motivo la banca centrale USA ha ribadito pieno sostegno alla ripresa economica, e continuerà ad adottare una politica monetaria accomodante con tassi di interesse attorno allo zero. E ciò accadrà ancora a lungo. La Fed infatti conta di mantenere il costo del denaro in un range dello 0-0,25% almeno sino al 2022, ma forse anche oltre.
La Fed però esclude l'applicazione di tassi d'interesse negativi, uno strumento che giudica "non efficace" per affrontare questa crisi.

Nel frattempo il dollaro USD marcia a passo di lumaca sui mercati valutari. Il è sceso sotto quota 97, dopo aver perso oltre 3 punti percentuale nell'ultimo trimestre.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
y 4 A 4 f 5
Trading strategies

Ultime notizie
borsa-piazza-affari-6.jpg
La flessione non impedisce comunque di archiviare una settimana complessivamente positiva per il mercato azionario del Vecchio Continente
peso.jpg
La banca centrale del Messico ha fatto 10 tagli nell'ultimo anno. In 12 mesi è sceso di 375 punti base, dall'8,25% al 4,50%
dollaro.jpg
Dalla fine di luglio il Dollar Index si aggira intorno ai livelli più bassi da due anni a questa parte

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Aggiornata a giugno 2020. Evitate le fregature: l'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market