Home

CRIPTOVALUTE, sentiment attendista mentre BITCOIN non trova lo spunto per salire

Scritto da -

Settimana fiacca per l'intero settore. Negli ultimi 7 giorni, soltanto Cardano (ADA) è in leggerissimo positivo tra le Top20

Un’altra settimana fiacca sta andando in archivio per il settore delle criptovalute, che segue il Bitcoin nel suo movimento laterale che dura ormai da molto tempo.
Negli ultimi 7 giorni, soltanto è in leggerissimo positivo tra le Top20. Tuttavia dd eccezione di VeChain (-15% circa) e Cosmos (-9% circa), nessuna crypto ha accusato cali vertiginosi.
E’ come se tutto il settore sia bloccato dentro una fase attendista, in attesa di qualcosa che possa innescare un movimento deciso al di fuori dell’attuale fase di lateralità.

Bitcoin si riallontana dai 10mila

E’ emblematico di questa fase ciò che accade a , costantemente alle prese con la soglia psicologica dei 10mila dollari (anzi, adesso la soglia più ardua sembra 9550). Ogni volta che ci si avvicina, poi viene respinto indietro (clamoroso lo scivolone della settimana scorsa, quando in poche ore i prezzi di Bitcoin scesero sotto i 9.000 dollari).
Si sta confermando solidissimo il livello 38.2 Fibonacci costruito sul trend da dicembre 2018 a metà 2019. E’ dalla scorsa estate che il prezzo di non riesce a superarlo con convinzione (fonte grafica broker ).

img

Stavolta la spinta all’indietro ha portato il prezzo di al di sotto di molti importanti supporti vicino a 9.300 USD.
Difficile dire però se si stia aprendo una nuova strada al ribasso, viste le oscillazioni delle ultime settimane.
Un dato però è certo. Per via dell’ultima regolazione della difficoltà, il mining di potrebbe diventare nuovamente poco redditizio. Negli ultimi giorni la potenza di calcolo necessaria per generare nuovi BTC è cresciuta al ritmo maggiore da gennaio 2018, mettendo sotto pressione il tempo per la creazione dei blocchi.

Le altre crypto

Anche per le altre critpovalute, la settimana è stata all’insegna delle battaglie su livelli di prezzo importanti.
Ad esempio si trova alle prese con il livello di 230 USD, dopo un calo di circa 3% settimanale. Più sotto si trova un altro supporto importante a 225 USD, al di sotto del quale è probabile un test dello swing di 218 USD.

Percorso ribassista anche per (si sta avvicinando al supporto di 230 USD) e (verso 42,20). intanto non è riuscito a rimanere al di sopra dei livelli di supporto di 0,192 USD e 0,192 USD, e attualmente scambia ben al di sotto di 0,190 USD.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA