Home

Borse europee, si ferma la corsa malgrado la BCE. Il FTSE Mib perde lo 0,04%

Scritto da -

L'indice milanese ha chiuso le contrattazioni a 19.634,03 punti, consolidando il recupero dell'8% messo a segno da inizio giugno

Dopo tre sedute di grandi rialzi che avevano portato gli indici ai livelli pre-lockdown, le borse europee si concedono una pausa nel giorno in cui la BCE potenzia il bazooka pandemico (PEPP). La migliore del gruppo è Piazza Affari, che conclude praticamente in equilibrio.
Il ha chiuso a -0,04%, terminando le contrattazioni a 19.634,03 punti e consolidando il recupero dell’8% messo a segno da inizio giugno.

Il potenziamento del QE pandemico ha fatto bene ai Btp e allo spread Btp-Bund, tirando con sé i titoli della finanza.
Tra i migliori titoli del paniere milanese ci sono infatti Banca Mediolanum e Banco Bpm (rispettivamente +3,7% e +4,3%). Bene anche Intesa Sanpaolo e UBI Banca con oltre +1%. Arretra invece Bper (+0,24%) che dal prossimo 22 giugno lascerà il paniere principale.
In scia alla Bce guadagnano anche i titoli dell’asset management: +2,48% Azimut e +3,2% per Poste Italiane.
Segno meno per Atlantia (-2%) dopo le parole del presidente del Consiglio Conte che tengono ancora di attualita’ l’ipotesi di revoca delle concessioni per Autostrade per l’Italia.

Le altre Borse del Vecchio continente

Nel resto d’Europa chiudono in calo. Arretra infatti dello 0,4% Francoforte e dello 0,2% Parigi. Risultato negativo per Madrid, in flessione dello 0,78%. Londra perde lo 0,63%.
Wall Street alla chiusura è contrastato e debole. Il è salito dello 0,05%, lo ha perso lo 0,34%, il è sceso dello 0,69%.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA