Home
wolfe-wave-pattern-bearish-bullish.jpg

WOLFE WAVE pattern trading, l'ONDA DI WOLFE che preannuncia l'inversione del trend

Scritto da -

Analisi tecnica: Wolfe Wave top & bottom. Ecco la guida completa con livelli di ingresso, stop loss e target di prezzo

Il WOLFE WAVE (onde di Wolfe) è un pattern grafico di inversione, ovvero idoneo a preannunciare una possibile svolta di un trend. La cosa che lo rende davvero unico (a patto che siano rispettati i suoi requisiti) è che non solo preannuncia la svolta, ma indica sia il PREZZO TARGET che il MOMENTO NEL QUALE POTREBBE RAGGIUNGERLO.
Ma andiamo per gradi...


Anzitutto vediamo come si presenta questo modello, grazie a un esempio concreto sulla piattaforma .


wolfe-wave-pattern-2.png

In pratica la Wolfe Wave è una figura di inversione che si sviluppa in 5 step fondamentali, costituiti da un alternarsi di massimi e minimi, con le trendline che li uniscono che sono convergenti tra loro.
La figura ci aiuta inoltre a comprendere anche il nome del pattern: infatti le onde sono dei movimenti armonici che vengono create dal prezzo, che va su e giù con movimenti sempre minori.


Nella sua versione ribassista (come nell'esempio) i massimi e minimi sono crescenti e preannunciano una inversione al ribasso di un trend rialzista. Praliamo in tal caso di BEARISH WOLF WAVE (Wolfe wave ribassista).
Nella versione rialzista invece i massimi e minimi sono decrescenti e preannunciano una inversione al rialzo di un trend ribassista. Parliamo in tal caso di BULLISH WOLFE WAVE (Wolfe wave rialzista).


Andiamo adesso a vedere nel dettaglio come si forma e come si utilizza il Wolfe Wave pattern.



BEARISH WOLFE WAVE (Wolfe wave ribassista)


Quando il Wolfe Wave si presenta in un trend rialzista, si completa solo se vengono rispettati questi passaggi:
1) Si forma un massimo significativo, meglio se un massimo assoluto (punto 1)
2) Il prezzo scende e forma un minimo (punto 2)
3) Il prezzo risale e forma un massimo successivo più alto del punto 1 (punto 3)
4) Il prezzo scende e forma un minimo successivo più alto del punto 2 (punto 4). Le trendline costruite unendo i punti 1-3 e i punti 2-4 devono essere convergenti.
5) Il punto 5 è il massimo successivo al 3 e deve oltrepassare la trendline che unisce i punti 1-3. Ciò significa che deve formarsi un “falso breakout” dalla figura.


Questo punto determina il completamento della figura e l’apertura di una posizione ribassista, perché secondo il modello, a partire da questo punto si dovrebbe formare una nuova onda che si estenderà aldilà del pattern.


wolfe-wave-ribassista-bearish.png

TARGET di PREZZO e TEMPO. Seguendo il principio di Wolfe, il nostro prezzo obiettivo si può fissare nel punto in cui il prolungamento della trendline che passa per i punti 1-4 intersecherà la linea dei prezzi (Nel nostro esempio avremmo ottenuto un ottimo profitto, ma ovviamente mentre il pattern è in formazione non possiamo sapere se e dove si verificherà questa intersezione).
Il punto che funge da target è definito EPA (Estimated Price Arrival).
Spesso viene impostato anche un TARGET INTERMEDIO ponendolo al livello di prezzo del punto 4, poi possiamo tentare anche l'allungo sul TARGET finale.


Una indicazione preziosa del pattern Wolfe è il tempo.
Infatti prolungando le trendline della figura fino al loro incrocio si identifica un target temporale, ossia una ipotesi sul periodo di tempo necessario affinché i prezzi incontrino la trendline che individua il prezzo-obiettivo (ETA=Estimated Time Arrival).
Se una volta arrivato in prossimità del punto ETA, il prezzo non dovesse aver raggiunto il target, dovresti valutare l’uscita dal trade.


STOP LOSS. Lo stop loss va posizionato sopra il massimo del punto 5, magari leggermente più in alto.



BULLISH WOLFE WAVE (Wolfe wave rialzista)


Quando il Wolfe Wave si presenta in un trend ribassista, si completa solo se vengono rispettati questi passaggi:
1) Anzitutto si forma un minimo significativo (punto 1)
2) Il prezzo sale e forma un massimo (punto 2)
3) Il prezzo scende e forma un minimo successivo più basso del punto 1 (punto 3)
4) Il prezzo risale e forma un massimo successivo più basso del punto 2 (punto 4). Le trendline costruite unendo i punti 1-3 e i punti 2-4 devono essere convergenti.
5) Il punto 5 è il minimo successivo al 3 e deve oltrepassare la trendline che unisce i punti 1-3. Ciò significa che deve formarsi un “falso breakout” dalla figura.


Questo punto determina il completamento della figura e l’apertura di una posizione rialzista, perché secondo il modello, a partire da questo punto si dovrebbe formare una nuova onda che si estenderà aldilà del pattern..


wolfe-wave-rialzista-bullish.png

TARGET di PREZZO. Anche in questo caso, il nostro prezzo obiettivo si può fissare nel punto in cui il prolungamento della trendline che passa per i punti 1-4, intersecherà la linea dei prezzi..
Spesso viene impostato anche un TARGET INTERMEDIO ponendolo al livello di prezzo del punto 4, per poi eventualmente tentare l'allungo sul TARGET finale.


Anche in questo caso, prolungando i lati della figura fino al loro incrocio è possibile individuare anche un target temporale entro il quale i prezzi dovrebbero raggiungere l'obiettivo (ETA). Se una volta arrivato in prossimità del punto ETA, il prezzo non dovesse aver raggiunto il target, dovresti valutare l’uscita dal trade.


STOP LOSS. Lo stop loss va posizionato sotto al minimo del punto 5, magari leggermente più in basso.


Adesso proseguiamo con la nostra analisi dei pattern più noti.
Ecco quelli che dovresti studiare con attenzione:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
L 1 H 4 p 4
Trading strategies

Ultime notizie
euro-2.jpg
Il dollaro Usa è appesantito dall'attesa di dati macro e delle trimestrali, che daranno indizi sulla solidità della ripresa economica
borsa-piazza-affari-3.jpg
Pressione enorme sulla controllante di Autostrade. Il premier Giuseppe Conte ha annunciato che porterà il dossier revoca in CdM
criptovalute-2.jpg
Le top della settimana sono Cosmos (45%), Stellar (41%), Cardano e VeChain (29%), BitcoinSV (20%), BinanceCoin (19%)

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Aggiornata a giugno 2020. Evitate le fregature: l'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market