Home
etf-4.jpg

ETF, petrolio e gas: dopo un 2019 deludente lo XOP sta finalmente cambiando rotta?

Scritto da -

Llo SPDR S&P Oil & Gas Exploration & Prod (XOP) si è rialzato e viaggia sui massimi di 3 mesi. E non è tutto...
Lo scorso anno è stato molto turbolento per il settore energetico. Ne hanno risentito anche gli ETFs tematici, come lo , che ha come obbiettivo quello di replicare le performance delle società statunitensi che operano nel settore dell'esplorazione e della produzione del petrolio e del gas.

Per lo , che aveva cominciato benissimo il 2019, l'anno si è chiuso con un deludente -11% e una sottoperformance di 4.000 punti base rispetto allo .
Tuttavia ci sono dei segnali interessanti che indicano che il vento forse sta cambiando.
E quando questo accade, si generano delle opportunità.

Lo scenario per l'etf XOP


Prima di fare alcune considerazioni, osserviamo sulla webtrader l'andamento degli ultimi mesi dello XOP.

img

Possiamo vedere che lo , dopo essere sceso a un minimo decennale a inizio dicembre (sotto 23,00) è rimbalzato fino a centrare di recente un nuovo massimo di 3 mesi. Il prezzo inoltre ha rotto la trendline costruita sui massimi decrescenti.
Tuttavia rimane da affrontare il doppio scoglio del superamento della media mobile a 200 giorni e la resistenza di $ 24,55. Se questo doppio scoglio verrà superato, avremmo forti implicazioni rialziste.


...i segnali interessanti


I segnali incoraggianti arrivano però anche da altri elementi.
Uno lo evidenzia la tabella seguente, che esamina il rapporto tra le prestazioni di e dello .

img

Questo rapporto fino a dicembre era in netta tendenza al ribasso, ma poi si è manifestato un primo impulso incoraggiante al rialzo. Da solo potrebbe non significar nulla, ma assume maggior rilievo se si considera che per la prima volta questo "ratio" si è spinto al di sopra della sua media mobile di 100 giorni, cosa che non si era verificata nei precedenti impulsi a settembre e novembre.
Ciò potrebbe evidenziare un cambiamento nell'azione dei prezzi rispetto all'anno passato.



C'è infine un altro aspetto molto interessante.
Per la prima volta da tantissimo tempo, oltre il 50% dei titoli dello si trova al di sopra delle rispettive medie mobili a 200 giorni. Si tratta di uno sviluppo molto rialzista, poiché è raro vederlo accadere nei mercati al ribasso. Tuttavia occorre verificare se l'indice terrà questo livello, e che qualsiasi calo al di sotto del 50% sia solo temporaneo.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
d 5 y 6 v 7
Trading strategies

Ultime notizie
borsa-piazza-affari-4.jpg
I listini europei pagano i dati macro molto deludenti arrivati sia della Eurozona che dagli Stati Uniti
dollaro-5.jpg
Il rapporto sul lavoro ha segnalato la perdita di 701mila occupati a marzo, rispetto alla crescita di 273mila che c'era stata a febbraio
borsa-piazza-affari-4.jpg
Il rush dell'oro nero ha messo le ali ai titoli del settore oil: Eni è balzata del 6,93%, Saipem dell'8,87%, Tenaris si è fermata a +4,59%

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market