Home

L’arbitraggio nel Forex trading. E’ possibile guadagnare così?

Scritto da -

La strategia dell'arbitraggio sfrutta il disallineamento dei prezzi per ottenere un profitto. Ecco cosa c'è dietro questa tecnica

La tecnica definita arbitraggio (o arbitrage) è molto comune in ogni tipo di business e teoricamente si può applicare anche al Forex trading. In altri ambiti si parla di arbitraggio quando si acquista un bene in un mercato, per rivenderlo in un altro dove il prezzo è più alto in modo tale da ottenere un guadagno. Un esempio concreto: un commerciante che compra 100 kg di mele in Sicilia a 100euro e poi li rivende in Germania dove il prezzo è più elevato, incassando 130 euro. Il Capital Gain si ottiene quindi grazie al semplice spostamento del bene da un mercato ad un altro.
Tutto questo è applicabile anche al Forex? Sicuramente sì.

Come praticare l’arbitraggio nel Forex

Quando si fa Forex trading si può realizzare un arbitraggio, anche se il procedimento è più complesso di quello visto poco fa, dal momento che coinvolge tre coppie di valute (Proprio per questo si parla di arbitraggio triangolare).
Ogni singola valuta verrà coinvolta due volte in questo processo.

Arbitraggio, Allineamento e disallineamento

Per esaminare il concetto di “Forex arbitrage” dobbiamo avvalerci delle ipotesi pratiche per rendere tutto più semplice, per cui immaginiamo una situazione di questo tipo:
Vogliamo operare con tre coppie: EUR/USD, GBP/USD e EUR/GBP.
EUR/USD: 1.28000
GBP/USD: 1.60000
EUR/GBP: 0.80000

Normalmente una proprietà dei prezzi delle coppie di valute è il così detto allineamento, e cioè il prezzo di una coppia è pari al prodotto di quello delle altre due.

Quindi EUR/USD = GBP/USD x EUR/GBP. Nell’esempio qui sopra siamo proprio nella condizione di allineamento.

L’arbitraggio sfrutta invece le situazioni di disallineamento di prezzo tra le coppie, ovvero quelle situazioni in cui EUR/USD non è più uguale al prodotto GBP/USD x EUR/GBP.

Può cioè verificarsi un’ipotesi del genere:
EUR/USD: 1.28000;
GBP/USD: 1.60000;
EUR/GBP: 0.79600.
Nella quale quell’equazione vista in precedenza non è più valida perché c’è uno squilibrio di 40 pip, che si genera perché i prezzi non si sono ancora aggiornati. Il trader sfrutta proprio questi momenti per agire.

Sfruttare il disallineamento per fare un arbitraggio

Vediamo come un investitore può produrre un guadagno sfruttando proprio le situazioni di questo genere.
Nell’esempio appena visto, la coppia disallineata è EUR/GBP, e più precisamente l’EUR è deprezzato rispetto alla GBP. In sostanza mi aspetto che il suo prezzo cresca. Per questo motivo compro Euro vendendo Sterline.

Diciamo che compro 10000 euro. Li pago 7960 Sterline.
Il secondo passaggio è vendere i miei 10000 euro, comprando Dollari.
Con 10000 Euro compro 12800 Dollari.
Ultimo passaggio: compro Sterline con i miei 12800 Dollari.
Con 12800 Dollari compro 8000 Sterline.
All’inizio dell’arbitraggio ero partito con 7960 Sterline, alla fine mi ritrovo con 8000. In tre passaggi ho quindi ottenuto un gain di 40 Sterline.

Le ragioni di un disallineamento

Ci sono diversi motivi per cui potrebbe verificarsi la condizione di disallineamento tra cross.

Ad esempio l’uscita di importanti dati macroeconomici potrebbe generare una forte accelerazione al prezzo di una o due coppie di valute, e se questa accelerazione non è seguita in modo immediato e proporzionale dalla terza coppia, si verifica un disallineamento.

Forex: arbitraggio solo teoricamente possibile

Abbiamo visto che una tecnica del genere anche nel Forex sarebbe possibile. In realtà però ci sono due fattori che di fatto la rendono fin troppo complicata per renderla una strategia davvero efficiente.
1) Si dovrebbero completare questi passaggi nel giro di brevissimo tempo, giacché il disallineamento ha una durata breve. Il problema non è tanto nel fare manualmente i passaggi, quanto fare rapidamente i calcoli che ne sono alla base. Impostando un sistema automatico la cosa risulterebbe più semplice. Ma ne vale la pena?
2) Gli spread applicati dai broker potrebbero annullare il guadagno realizzato, per cui bisogna trovarne di davvero bassi (qui trovi l’articolo in cui parliamo di spread e forniamo una TABELLA RIASSUNTIVA DEGLI SPREAD FISSI proposti dai broker.).

A questi due limiti se ne aggiunge poi eventualmente un terzo: non è detto che il vostro broker approvi questa pratica, e potreste correre il rischio di vedervi chiudere il conto unilateralmente. Per questo l’unico modo per poter fare Forex arbitrage sarebbe quello di utilizzare piattaforme differenti. Complicatissimo.

Conclusioni

Come abbiamo visto, anche se in linea teorica l’arbitraggio potrebbe essere condotto anche nel Forex trading, una serie di circostanze lo rendono estremamente complicato da praticare.
Anche i broker non amano questa pratica, e non la consentono. Ecco perché si tratta di una possibilità realizzabile solo in teoria, mentre per guadagnare con il forex bisogna adottare delle strategie differenti.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA