sterlina-3.jpg

BoE conferma tassi e QE, ma la Brexit spinge GBP-USD sui massimi di due mesi

Scritto da -

La UE è disposta a lasciare che il Regno Unito presenti un'offerta sul divorzio ormai sempre più imminente da Bruxelles
Non ha smosso granché la riunione della Bank of England, ma è ancora una volta la Brexit a imprimere la direzione alla sterlina, che tocca i massimi di due mesi contro il dollaro () e quelli da inizio giugno contro l'euro ().

BoE, meeting interlocutorio


Partiamo dalla politica monetaria della BoE, che non ha regalato sorprese. Dopo il taglio dei tassi annunciato dalla Federal Reserve e le nuove misure di stimolo varate dalla BCE, la Bank of England è rimasta ferma (l'ultimo intervento sul costo del denaro risale all'agosto 2018, quando la Banca centrale aveva alzato i tassi di 25 punti base). Il tasso di interesse è rimasto allo 0,75%, con una decisione che è stata presa all’unanimità con 9 voti favorevoli.
Rimane invariato anche il piano di acquisto di asset (Quantitative Easing) da 435 miliardi di sterline e gli acquisti di bond societari per 10 miliardi.

La Bank of England (BoE) ha dovuto tenere conto della frenata del PIL (in calo dello 0,2% nel secondo trimestre dopo il +0,5% dei primi tre mesi dell'anno), delle tensioni commerciali globali ma soprattutto dei segnali sempre più concreti che preannunciano una Brexit hard.



Sprint della sterlina


Sul mercato valutario c'è stato un bel po' di movimento per la sterlina. La coppia prima è scivolata verso 1,244 (anche per i dati deboli sulle vendite al dettaglio), poi è rimbalzata con forza verso 1,255 - massimi di due mesi - grazie alla notizia che la UE è disposta a lasciare che il Regno Unito presenti un'offerta sul divorzio ormai sempre più imminente.
Possiamo vedere l'andamento del "Cable" sulla webtrader .

img

Le notizie riguardo a Brexit hanno dato lo slancio al pound anche contro l'euro. La coppia è scivolata infatti ai minimi da inizio giugno verso 0,881. anche in questo caso possiamo vedere il grafico sulla webtrader .

img

I fatti continuano quindi a confermare che le performance future della valuta britannica continueranno a essere determinate principalmente dalle notizie su Brexit, delle quali anche la stessa Bank of England deve tenere conto.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
3 z 9 n 5 i
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto