sterlina-3.jpg

Brexit, il rischio "no deal" si riduce. La sterlina ai massimi di novembre contro l'euro

Scritto da -

Il pound ha guadagnato terreno tanto contro il dollaro che contro l'euro. Il cross GBPUSD è schizzato oltre quota 1,300
E' sempre la Brexit il vero driver della sterlina. Le ultime novità in arrivo da Londra hanno infatti dato una spinta alla valuta britannica, giacché l'ipotesi di una uscita traumatica dalla UE si è affievolita.
L'intesa con Bruxelles andrebbe raggiunta ben prima del 29 marzo, giorno dell'uscita ufficiale del Regno Unito dalla UE. Tuttavia la cancelliera tedesca Angela Merkel ha fatto intendere che la Germania sarebbe propensa a concedere altro tempo alla May per raggiungere un accordo.

Anche se la premier britannica dice che un rinvio non è un'opzione presa in esame, la timida apertura della Merkel ha fatto felici i mercati.
Ma lo ha fatto ancora di più il leader laburista Jeremy Corbyn, che a nome del suo partito ha chiesto formalmente di valutare l'ipotesi di un referendum-bis, pur di evitare le conseguenze del “no deal”.
Queste novità fanno capire ai mercati che l'interesse comune è di evitare un'uscita disordinata del Regno unito dalla UE, e che si lavorerà su tutti i fronti per scongiurare questo pericolo.



La reazione dei mercati ha premiato la sterlina. Il pound ha guadagnato terreno tanto contro il dollaro che contro l'euro. Il cross GBPUSD è schizzato oltre quota 1,300.
Nei confronti dell'euro la sterlina è riuscita a salire fino ai massimi di novembre. Questa mattina la coppia EURGBP ha infranto al ribasso il livello 0,870.




E' chiaro comunque che ogni minimo cambiamento di umore riguardo alla Brexit, continuerà a orientare il sentiment dei mercati. La speculazione sul divorzio tra Londra e Bruxelles rimarrà alta finché non si capirà se il rinvio della data di uscita (in calendario il 29 marzo) diventerà concreto oppure no.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
3 M a 9 F 4
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto