yen.jpg

Giappone, segnali di ripresa da occupazione e inflazione. Ma la BoJ non cambierà

Scritto da -

Migliorano disoccupazione e inflazione, ma per l'istituto centrale ci sono ancora dei fattori di incertezza
Il Giappone sta per chiudere l'anno con una ventata di ottimismo. I dati macro resi noti dopo Natale sono infatti positivi soprattutto sotto due aspetti: occupazione e inflazione. La terza potenza mondiale economica è ufficialmente in ripresa.
Il tasso di disoccupazione è sceso ai minimi da 24 anni, al 2,7%. L'ultima volta che era stato registrato un dato simile fu nel 1993. Un dato positivo che si somma a quelli della crescita che si espande da 7 trimestri consecutivi, mai così bene da 16 anni a questa parte.

L'altro dato importante riguarda l'inflazione, che sta risalendo e non mostra cedimenti per l'undicesimo mese consecutivo. Secondo il report del ministero degli Affari interni e delle Comunicazioni, a novembre la dinamica dei prezzi al consumo fa segnare un +0,9%. Malgrado questo l'inflazione "core" (depurata delle componenti più volatili) segnala una crescita più modesta dello 0,3%. Ricordiamo che il target ideale della Banca del Giappone è del 2%.



Malgrado questi dati incoraggianti, non ci sono molte aspettative riguardo l'avvio a breve di un percorso di normalizzazione da parte della Bank of Japan, che ha di recente confermato i tassi al -0,1% (ed anche l'aggressivo piano di espansione della base monetaria portato a 80.000 miliardi di yen l'anno - 596 miliardi di euro al cambio attuale). Ricordiamo che a febbraio il mandato governativo di Haruhiko Kuroda scade e dovrebbe essere prolungato. Secondo quanto emerge dai verbali del meeting della Bank of Japan (BoJ) del 30 e 31 ottobre, la ripresa economica giapponese è buona ma ancora conserva dei fattori di incertezza.

Sul fronte valutario, lo Yen ha perso circa 2 punti percentuali contro Dollaro ed Euro nell'ultimo mese. Tuttavia negli ultimi giorni si è stabilizzato a quota 113.31 (UsdJpy) e 134.74 (EurJpy).

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
4 m a 1 d 3
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market