yen-3.jpg

Giappone, l'inflazione marcia poco. Yen stabile contro Usd e Eur

Scritto da -

l'indice dei prezzi al consumo (CPI) è salito allo 0,8% rispetto allo 0,7% precedente
Continua a marciare piano l'inflazione in Giappone. L''Ufficio nazionale di statistica ha infatti comunicato che l'indice dei prezzi al consumo (CPI) è salito allo 0,8% rispetto allo 0,7% precedente (grazie alla crescita della benzina, del cherosene e dei costi per la salute). Ricordiamo che il target di inflazione è fissato al 2%, quindi siamo lontanissimi dall'obiettivo. Un mesetto fa la BoJ aveva tagliato le stime indicando un'inflazione allo 0,8% sull'anno fiscale a marzo 2018 contro il +1,1% indicato in precedenza.

I prezzi al consumo core - ovvero quelli depurati degli elementi più volatili - sono saliti per la decima volta consecutiva. La spesa delle famiglie invece non presenta variazioni rispetto ad ottobre dell'anno precedente. Aumentano invece gli investimenti nel terzo trimestre.



Questo report dovrebbe ancora una volta spingere la Bank of Japan (BoJ) a proseguire lungo un percorso ultra-espansivo della politica monetaria. L'istituto centrale giapponese ha mantenuto i tassi al -0,10% nella speranza che questo possa dare una scossa all'inflazione. Anche il piano di acquisto bond governativi a 10 anni è rimasto da tempo invariato ad un ritmo di 80 trilioni di yen l'anno, al fine di comprimere il loro tasso attorno allo zero.

Buone notizie intanto giungono dal settore manifatturiero, dove è stata registrata una crescita al ritmo più sostenuto da oltre tre anni e mezzo, grazie al rafforzamento di produzione, ordini ed export. La lettura finale dell'indice Pmi di novembre è 53,6 punti.

Dopo il report odierno sul mercato valutario lo yen giapponese è rimasto sostanzialmente stabile contro le altre major. La coppia UsdJpy viaggia su quota 112,81 (in ribasso settimanale di circa un punto percentuale) mentre l'EurJpy è a 133,86 (+7% nell'ultimo semestre).

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
9 p G 2 M 6
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market