corona-svezia-1.jpg

Svezia, dopo il PIL anche l'inflazione sorride. Riksbank verso la normalizzazione

Scritto da -

I prezzi al consumo sono cresciuti del 2,2% raggiungendo il target fissato dalla Riksbank (2%)
Il giorno di Ferragosto, la Statistiska Centralbyran - l'istituto di rilevazione statistica svedese - ha reso noti i dati sull'inflazione. I prezzi al consumo sono cresciuti del 2,2% raggiungendo il target fissato dalla Riksbank (2%) e toccando livelli che non si vedevano dal 2011. Il dato è migliore sia del precedente (1,7%) che delle stime degli analisti (1,9%).

E' chiaro che questo dato apre in maniera prepotente le porte ad una normalizzazione del tasso di interesse, dopo gli ultimi due anni in cui è stato in territorio negativo. La Riksbank infatti ha attuato una politica ultraespansiva, con il tasso che attualmente è al -0,50% (ultimo cambio a febbraio 2016, con una diminuzione di 15 punti base) ed è in negativo dal 2015.



Va precisato che l'istituto centrale svedese ha annunciato che un eventuale cambio di rotta nella politica monetaria potrebbe avvenire solo a partire dal 2018. Questa prospettiva - rafforzata proprio dal dato sull'inflazione - ha dato la spinta alla Corona svedese nel mercato valutario, dopo che un paio di settimane fa anche i report sul PIL erano stati molto positivi.

Il cross EurSek è infatti sceso da quota 9,5536 fino a sotto quota 9,50 (per poi recuperare fino a 9,53) come vediamo grazie alla piattaforma di trading Plus500



.

Anche contro il dollaro c'è stato un contraccolpo positivo, che ha spinto il cross UsdSek da quota 8,1347 fino a 8,05. Anche in questo caso c'è stato poi un recupero del dollaro, ed attualmente la coppia scambia a 8,11.

Vedi tutte le news valutarie su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
u 9 j 8 F 6
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Lo spread è il vero costo per il trader. Ecco perché è importante sapere quale è il broker più conveniente con cui negoziare
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market