dollaro-canadese-2.jpg

Canada, l'inflazione va giù. Il loonie perde quota nel mercato valutario

Scritto da -

Ancora un dato negativo per l'indice dei prezzi al consumo. L'ipotesi di un rialzo dei tassi si allontana sempre di più
Sono dati deludenti quelli che arrivano dal Canada, dove l'inflazione anziché avvicinarsi al target fissato dalla BoC (2%) si allontana ulteriormente. Secondo infatti l'ultima rilevazione dello Statistics Canada la crescita dei prezzi al consumo scivola al 1,3%. Il dato peggiora decisamente quello del mese scorso (1,6%) ma è anche al di sotto delle previsioni degli analisti (1,5%).
E' dal mese di gennaio che non si registra uno scatto in avanti dell'inflazione, che anzi quasi sempre ha marciato all'indietro durante questo periodo (a febbraio era al 2,1%).

Proprio la dinamica dell'inflazione ha di recente impedito alla Banca del Canada di procedere ad una stretta monetaria, malgrado le prospettive di crescita fossero ritenute buone. Il tasso di interesse è infatti stato lasciato allo 0,50% e adesso diventa sempre più concreta l'ipotesi che anche nella prossima riunione del 12 luglio, la BoC deciderà di lasciare tutto com'è adesso.

Dopo questi dati, sul mercato valutario il "loonie" è andato in scivolata (basta dire che il cross EurCad ha guadagnato 77 pips in un minuto). La coppia UsdCad, dopo essere scivolata verso quota 1.32 è balzata nel giro di un'ora in territorio ampiamente positivo.
Possiamo vedere l'andamento nel grafico del broker Plus500.





Ricordiamo che da inizio maggio (quando era a quota 1,37, la coppia UsdCad ha invertito la tendenza passando da territorio positivo a ribassista, scendendo fin sotto il livello 1,32 settimana scorsa. Proprio questa marcia spedita del dollaro canadese, aveva indotto gli analisti a ipotizzare un possibile rialzo dei tassi a breve. Ma adesso come adesso sembra molto difficile che ciò accada.

Vedi tutte le news valutarie su:
[tag][/tag]



  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
n 4 h 2 R 7
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market