rublo-russia-2.jpg

Russia, la CBR alza a sorpresa i tassi. Ma il Rublo (RUB) continua a stentare

Scritto da -

La Banca Centrale Russa ha annunciato la ripresa degli acquisti di valuta a partire dal 15 gennaio per ricostituire le riserve statali
La Banca centrale russa ha sorpreso i mercati annunciando una stretta monetaria. La Bank Rossii ha infatti deciso di alzare il tasso di interesse al 7,75% (ovvero 25 punti base). Gli economisti stimavano un tasso stabile al 7,5%, livello al quale era stato innalzato appena a settembre scorso per la prima volta in 4 anni.

La decisione della CBR è motivata da diverse ragioni. Anzitutto l'intenzione di limitare i rischi di inflazione che rimangono elevati (soprattutto nell'orizzonte a breve termine). Ricordiamo che l'ultimo report sui prezzi al consumo ha evidenziato una crescita al 3,8%, che sebbene sia stata migliore delle previsioni è stata in aumento rispetto alla rilevazione precedente (il target della CBR è al 4%).
In secondo luogo, la Banca di Russia ha voluto ridare slancio al Rublo e contrastare l'incertezza sulle future condizioni esterne.



Tuttavia il rialzo dei tassi non è servito a sostenere il Rublo, che sul mercato valutario ha avuto qualche difficoltà soprattutto per via di un'altra notizia. La Banca centrale Russa ha infatti annunciato la ripresa degli acquisti di valuta a partire dal 15 gennaio per ricostituire le riserve statali, dopo averli sospesi ad agosto. Ma soprattutto ha annunciato che la ripresa avverrà "per intero", mentre i mercati si aspettavano interventi con volumi minori di quelli di quest'anno. Tutto ciò ha esercitato una forte pressione al ribasso sul Rublo.
Un effetto negativo sulla valuta russa lo ha anche il calo del prezzo del petrolio (cardine delle esportazioni russe): il Brent infatti è scivolato in orbita a 61 dollari al barile.



Il rublo russo (RUB) ha toccato il minimo di una settimana contro il dollaro, anche se poi la coppia UsdRub è risalita a 66,75. L'ultimo mese è stato abbastanza stabile, ma va ricordato che nell'ultimo anno la coppia ha guadagnato oltre il 15%.
Il RUB scivola anche contro l'euro. La coppia EurRub sale a 75,45 (quasi il 10% di guadagno annuo della valuta unica contro quella di Mosca).

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
5 q Z 2 V 5
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto