yen.jpg

Giappone: il PIL delude, economia contratta. Per Usd-Jpy una settimana senza variazioni

Scritto da -

Il Prodotto interno lordo è stato rivisto al tasso annuo del -0,6%, gli analisti si aspettavano una revisione al rialzo
La lettura finale del PIL giapponese del primo trimestre conferma un'economia in contrazione. Il Prodotto interno lordo è stato infatti rivisto al tasso annuo del -0,6% (gli analisti che si aspettavano una revisione al rialzo a un -0,4%). Un biennio di continua crescita si chiude quindi con una contrazione.

Il punto cruciale per il Giappone continua ad essere l'inflazione, che è ulteriormente diminuita ad aprile dopo il picco dell'anno precedente. La crescita mensile del CPI in Giappone è sotto l'1% ad aprile, ben lontana quindi dal target della Bank of Japan. Quest'ultima si riunirà settimana prossima, ed è assolutamente improbabile che possa esserci un cambio di rotta nella politica monetaria fin qui ultra-espansiva.
Tuttavia tenuto conto che subito prima ci saranno il meeting della Federal Reserve, che alzerà i tassi, e quello della BCE che dovrebbe cominciare a parlare di uscita dal QE, forse anche l'istituto giapponese potrebbe iniziare a pianificare di ridurre gradualmente i suoi acquisti.



Dal punto di vista valutario, questo trittico di riunioni potrebbe incidere sull'andamento dello Yen giapponese in entrambe le direzioni. Così come sarà importante comprendere gli sviluppi delle tensioni commerciali tra gli Stati Uniti e le altre maggiori economie, che sta favorendo un clima di avversione al rischio e sta sostenendo lo yen contro le altre principali valute, malgrado i deboli dati di cui parlavamo all'inizio.

Nel frattempo la settimana si chiude - come la precedente- con la valuta nipponica invariata sul dollaro americano verso quota 109.50 (UsdJpy +0,37% nell'ultimo mese).


Sfiora invece il punto percentuale il deprezzamento nei confronti dell'euro. La coppia EurJpy viaggia sui 128.91. di mezzo punto percentuale invece il deprezzamento contro la sterlina britannica (GbpJpy a 146.92).

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
5 U 6 R 7 d
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market