lira-turchia-2.jpg

Turchia, altro rialzo al tasso di rifinanziamento (17.75%). TRY in aumento su EUR e USD

Scritto da -

L'istituto di Ankara ha aumentato il tasso a una settimana al 17,75% dal precedente 16,5%, ritoccato solo pochi giorni fa
La Banca centrale della Turchia è costretta a un nuovo intervento sul tasso di rifinanziamento, dopo che la Lira è scesa nel Forex di oltre il 5%. L'istituto di Ankara ha infatti aumentato il tasso a una settimana al 17,75% dal precedente 16,5%. La mossa fa seguito a quella fatta pochi giorni fa, quando ci fu un rialzo di 300 punti.
Ricordiamo che dal primo giugno questo tasso è considerato quello di riferimento dalla Banca centrale turca, prendendo il posto del tasso di rifinanziamento a un giorno.

Erodgan si è sempre opposto a mettere un freno alla situazione tramite l'aumento del costo del denaro, perché ritiene gli alti tassi di interesse "il padre e la madre di tutti i mali" (non a caso Erdogan da tempo si è autodefinito “nemico dei tassi”).



La decisione dell’istituto è stata presa per assicurare la stabilità dei prezzi, dal momento che a maggio l’inflazione è salita al 12,15% dal 10,85% di aprile, ai massimi da un decennio (il target è il 5%).
Questa spirale inflazionistica è dovuta alla scelta di sostenere una crescita elevata oltre i limiti del sostenibile, generando anche un elevato fabbisogno di finanziamenti esterni e un deficit delle partite correnti elevatissimo (pari a circa 55 miliardi di dollari Usa all'anno).
Tutto questo ha però innervosito gli investitori, scaricando forti pressioni sulla Lira.

Successivamente alla decisione della Banca Turca, la coppia UsdTry è crollata da quota 4.58 fino a un minimo di 4.45. Qualche giorno fa era giunta a 4.67.



La coppia EurTry invece è scesa a 5.2929, dopo aver raggiunto 5.4253.

Il clima però rimane teso, visto che mancano poco più di due settimane alle elezioni presidenziali e politiche anticipate (24 giugno), e quindi l’attuale contesto di volatilità potrebbe persistere almeno fino ad allora.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
4 u 9 G 4 M
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market