lira-turchia-1.jpg

L'inflazione spaventa la Turchia (11,29%). La CBRT alzerà finalmente il tasso di interesse?

Scritto da -

CPI salito a 11,29%. Già sul finire di gennaio i mercati si aspettavano un rialzo dei tassi, che invece non è arrivato
Continua a risalire l'inflazione in Turchia. Nell'ultimo report, il TURKSTAT (Turkish Statistical Institute) ha evidenziato che il valore del CPI Turco é salito a quota 11,29% rispetto al precedente 10,13%, e contro le attese pari a 10,80%. E' la quarta volta di fila che il dato primario sale ancora (a marzo era passato da 9,22% a 10,13%).
Il CPI destagionalizzato è salito a 1,02% da 0,81% nel mese precedente. Gli analisti si aspettavano che il valore per CPI Turco un incremento di 0,60% il mese scorso.

Salgono intanto le esportazioni, che secondo il Turkish Statistical Institute sono passate da quota 11,30B (a gennaio erano state 10,53B) fino ad arrivare a 13,62B.



L'elemento chiave che catalizza l'attenzione è l'inflazione. La banca centrale turca CBRT è lontanissima dal target del 5%, ma nonostante questo l'ultima mossa sui tassi è avvenuta a novembre, quando il governatore Murat Cetinkaya ha alzato il tasso portandolo fino all'8%.

Già sul finire di gennaio i mercati si aspettavano un rialzo dei tassi, che invece non è arrivato. A metà marzo invece la CBRT ha cambiato solo le condizioni del Late Liquidity Window (ovvero quelle nella sua veste di prestatore di ultima istanza alle banche per dare loro liquidità), portando il tasso a 11,7% rispetto al precedente 11%.

strategie-trading-migliori.jpg

La pressione del governo è invece orientata verso tassi d'interesse relativamente bassi, ma ciò indebolirebbe la lira spingendo ancora più in alto i prezzi delle materie prime e quindi l'inflazione. Finora la banca centrale turca si è limitata all'utilizzo di strumenti "alternativi" alla stretta monetaria, come appunto l'aumento del tasso di rifinanziamento overnight per allentare la morsa speculativa sulla lira.

Finora questa strategia ha parzialmente funzionato, ma è chiaro che non potrà essere portata avanti ancora a lungo, perché gli investitori probabilmente eviteranno la Turchia finché non avranno maggiori dettagli sulle prospettive d’investimento.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
7 m 3 p 8 h
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market