sterlina-2.jpg

Dati macro e BREXIT affondano la Sterlina: GBP-USD sui minimi di 31 mesi

Scritto da -

L'Ufficio britannico di statistica nazionale ha segnalato un calo a sorpresa dell'economia nel secondo trimestre
Come se non bastassero già tutti i problemi legati alla questione Brexit, per il Regno Unito adesso ci si mettono pure i dati economici ad aggravare il quadro della situazione.
Nel secondo trimestre di quest'anno infatti, l’economia britannica si è inaspettatamente contratta per la prima volta in oltre 6 anni, alimentando i timori di una recessione della quinta maggiore economia al mondo, anche in vista della Brexit prevista per il 31 ottobre.

La frenata dell'economia britannica


Secondo l’Ufficio britannico di statistica nazionale, la crescita economica è scivolata all’1,2% su base annuale, dall’1,8% registrato nel primo trimestre. Si tratta del dato più debole dall’inizio del 2018.
Il prodotto interno lordo è sceso dello 0,2% in sequenza, invertendo la crescita dello 0,5% del primo trimestre. La crescita annuale di giugno è stata la più debole da agosto 2013, all’1,0%.



Questa frenata è chiaramente anche una conseguenza dell’accumulo di scorte che c'è stato a inizio anno, per prepararsi al divorzio dalla UE. Peraltro le perduranti incertezze riguardo alla Brexit (il governo di Johnson dovrà lasciare l’Unione europea il 31 ottobre, indipendentemente che ci sia o meno un "deal"), unitamente alle incerte prospettive globali legate soprattutto alla disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina, lasciano l’economia britannica “sul filo del rasoio” anche per il terzo trimestre. Lo scenario complessivo quindi è più fosco che mai.

Sterlina in caduta verticale


Questo spiega perché la sterlina è in calo, così come ha perduto terreno anche la borsa britannica.
La valuta britannica è tornata a slittare, toccando il livello più debole dal 2017 dopo la contrazione inattesa dell'economia. La coppia è precipitata a 1,2056, segnando un minimo di 31 mesi, come possiamo vedere qui sotto sulla webtrader di .

img


Il pound ha perso oltre il 3% dall'arrivo del Primo Ministro Boris Johnson alla fine di luglio, che ha alimentato i timori di un'uscita disordinata dall'UE.
Male anche l'andamento contro l'euro. Il cambio è infatti sceso a un minimo di due anni a 92,885, in calo dello 0,8% nel corso della giornata.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
5 K i 3 x 7
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto