dollaro-3.jpg

Dollaro in lieve ritirata (EUR-USD oltre 1.13) dopo un'altra mattinata di guadagni

Scritto da -

Nel pomeriggio sono stati resi noti i dati sui prezzi al consumo negli Stati Uniti. C'è stato un aumento in linea con le stime degli economisti
Dopo un po' di giorni passati a marciare, il dollaro ha vissuto una giornata modesta. Dopo un avvio a tinte positive, ha invertito la rotta nel pomeriggio.

L'attenzione degli investitori sull'euro-dollaro (EurUsd) era più che altro rivolta a ciò che accade nel Vecchio Continente. Il governo italiano ha inviato una versione "rivisitata" della sua manovra alla UE, ma senza cambiamenti sostanziali. Si preannunciano giorni molto tesi.
Nel frattempo la crescita economica dell'area dell'euro si è dimezzata nel terzo trimestre, secondo le ultime stime dell'Eurostat confermate mercoledì (PIL allo 0,2% rispetto al secondo trimestre). Preoccupa il calo del PIL della Germania, il primo calo dai primi tre mesi del 2015 e il peggiore dall'inizio del 2013.

Dopo questi dati il dollaro era salito a un massimo di 1.163 contro l'Euro mercoledì mattina, ma poi si è ritirato superando di nuovo 1.13.




Nel pomeriggio sono stati resi noti i dati sui prezzi al consumo negli Stati Uniti. C'è stato un aumento in linea con le stime degli economisti nel mese, i prezzi sono stati spinti in parte il balzo dell'energia. L'indice è cresciuto dello 0,3% in ottobre, dopo essere aumentato dello 0,1% a settembre. L’inflazione core — che esclude le componenti volatili, ovvero alimentare ed energia — è aumentata dello 0,2% congiunturale (in linea con le attese) e del 2,1% rispetto a un anno prima (+2,2% il consensus).
L'inflazione consentirà alla Fed di continuare a innalzare gradualmente i tassi, col prossimo ritocco che ci sarà a dicembre.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
5 c j 1 G 5
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market