Home
Borsa Milano Piazza Affari

Borse ancora condizionate dalla tensione geopolitica. Milano -0,61%

Scritto da -

Tra i mercati del Vecchio Continente va giù Francoforte, dove il Dax40 perde l’1,47%. Londra lima lo 0,32%; a Parigi il Cac40 ha perso lo 0,25%

Le Borse di Eurolandia vanno in discesa, al termine di una giornata che ha visto il riaccendersi delle tensioni per la crisi ucraina. Emblematica l’affermazione del presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron: “E’ in atto una escalation non una de-escalation“.

Alla chiusura della Borsa di Milano, il è sceso dello 0,61% a 26.506,79 punti.

Regina del listino è Banco Bpm, +1,88%, nella prospettiva di un riassetto nel settore. Tra i finanziari in evidenza Finecobank, +1,04%.
In luce ENI (+1,02%), che ha pubblicato i conti 2021 con un utile netto adjusted di 4,7 miliardi, il piu’ alto dal 2012.

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su DiaSorin, che ha chiuso a -2,86%.
In rosso Nexi, -2,34%, delusa dal rinvio dell’abbassamento del tetto del contante.
Segno opposto per St (-2,25%), in una seduta di debolezza per tutto il settore tech europeo.

Tra i mercati del Vecchio Continente va giù Francoforte, dove il perde l’1,47%. Londra lima lo 0,32%; a Parigi il Cac40 ha perso lo 0,25%.

Chiude debole anche Wall Street. Lo segna -0,72%, il -0,68% mentre il -1,23%.

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

IN EVIDENZA