Home
Borsa Milano Piazza Affari

Borse Europee in discesa, si temono l’accelerata del tapering USA e i lockdown

Scritto da -

Molto male Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha chiuso sotto la soglia dei 27 mila punti (-1,62% a 26.939 punti)

Giornata negativa per i listini europei, che accusano perdite anche consistenti a causa dei timori per le prossime mosse della Fed dopo la riconferma di Powell (si ha paura dell’accelerazione del tapering), e anche per l’acuirsi dell’emergenza quarta ondata contagi in Europa, con la prospettiva dell’introduzione di nuovi severi lockdown.

Molto male Piazza Affari. L’indice ha chiuso sotto la soglia dei 27 mila punti (-1,62% a 26.939 punti).
Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share, che si ferma a 29.466 punti, ritracciando dell’1,65%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Nexi (+1,52%), Buzzi Unicem (+0,78%), Inwit (+0,71%) e Unicredit (+0,62%).
Il titolo peggiore è Telecom Italia, che ha chiuso a -4,72% dopo il volo del 30% di ieri. Vivendi, socio di punta, giudica “non sufficiente” l’offerta di Kkr per rilevare il gruppo.
Ribassi consistenti per i titoli del risparmio gestito: -3,83% Banca Generali, -3,47% Azimut, -3,33% Finecobank.
Tra i peggiori anche STM con oltre -4,01% in scia alla debolezza del settore tech USA.
Giù anche Campari, con un ribasso del 3,79, e Ferrari, in flessione del 3,78%.

Tra i listini europei finisce sotto pressione il di Francoforte, -1,11%, poco mossa Londra (+0,15%); soffre Parigi (-0,85%).

Il mercato USA chiude a tinte miste. Lo segna +0,17%, il +0,55% mentre il -0,50%.

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

IN EVIDENZA