Home
borsa trading

Borse ingessate in attesa di Jackson Hole. Milano +0,12%

Scritto da -

Nel resto d’Europa Francoforte è la peggiore e perde lo 0,32%. In rialzo Madrid +0,3%; Parigi +0,18% e Londra +0,32%

L’attesa per il simposio di Jackosn Hole e l’assenza di eventi macro di rilievo, rendono ingessata la seduta ingessata delle Borse europee, complice anche il perdurare dell’incertezza legata alla diffusione della variante Delta del coronavirus.

A Piazza Affari il ha terminato la giornata con un piccolo guadagno (+0,12%), archiviando la seduta a 26.060,27 punti.
Tra i 436 titoli scambiati, i titoli positivi sono stati 211, mentre 175 hanno terminato in calo. Sostanzialmente stabili le restanti 50 azioni.

Tra i titoli milanesi a maggiore capitalizzazione, bene il settore bancario: Banco Bpm (+3,49%), UniCredit (+3,14%) e Bper (+2,09%).

Restano mediatamente positivi i titoli petroliferi, con il greggio attualmente poco mosso. Saipem +1,39%, nonostante il taglio del target price a 2,5 da 2,7 euro da parte di Barclays.
Realizzi invece sulle utility, settore reduce dai massimi storici aggiornati a Ferragosto. Sul listino principale della Borsa milanese le perdite più importanti sono per Terna -3,85%; Snam -3,36%; Italgas -2,32% dopo i downgrade di RBC che cita deboli previsioni sui rendimenti futuri delle utility regolate.

Nel resto d’Europa Francoforte è la peggiore e perde lo 0,32%. In rialzo Madrid +0,3%; Parigi +0,18% e Londra +0,32%.
Wall Street chiude cauta ma positiva. Lo segna +0.22%, il +0.11% mentre il +0.15%.

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

IN EVIDENZA