Home
Sterlina Gran Bretagna GBP

BoE congela i tassi. Sterlina in calo con un occhio alle urne

Scritto da -

Milioni di elettori britannici si recano alle urne per le elezioni locali e nazionali

Dal meeting odierno della Bank of England (BoE) non giungono novità. L’istituto centrale ha mantenuto invariati i tassi di interesse allo 0,1%, sui minimi storici, con un voto unanime.
Inoltre il Monetary Policy Committee ha deciso che si andrà avanti con gli acquisti di obbligazioni societarie e acquisti di titoli di Stato. I responsabili delle politiche hanno però annunciato un rallentamento del ritmo degli acquisti di titoli di stato britannici a 3,4 miliardi di sterline a settimana, dai 4,4 miliardi di sterline precedenti.

La banca centrale ribadisce che questo indirizzo di politica monetaria verrà portato avanti finché “non si compiranno progressi significativi nell’eliminazione della capacità inutilizzata e nel raggiungimento dell’obiettivo di inflazione del 2%“.

Dall’istituto centrale giungono comunque impressioni ottimistiche riguardo al recupero dell’economia, tanto che molti analisti ritengono che potrebbe essere una delle prime banche centrali a inasprire la politica monetaria, con l’ulteriore accelerazione della ripresa economica.
A tal proposito, la Banca d’Inghilterra ha aumentato le previsioni del PIL per il 2021, grazie alla riapertura dell’economia e al rapido ritmo delle vaccinazioni COVID-19.

Sul fronte valutario, la sterlina britannica perde leggermente quota rispetto al dollaro, con il cambio che scende sotto 1,39 (sta oscillando tra 1,36 e 1,40 da circa due mesi, dopo una lunghissima fase di trend ascendente). La sterlina scviola anche contro l’euro: a 0.86.

Va precisato che attorno alla sterlina c’è una certa cautela, visto che milioni di elettori britannici si recano alle urne per le elezioni locali e nazionali. Gli investitori che prestano particolare attenzione ai risultati delle elezioni parlamentari scozzesi poiché una maggioranza assoluta per il partito nazionale scozzese aumenterebbe le richieste per un altro referendum sull’indipendenza.

 

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

IN EVIDENZA