Home

Giornata difficile per le Borse europee. Milano chiude sulla parità

Scritto da -

La cautela continua a dominare gli scambi sui mercati finanziari, in un quadro d’incertezza economica e pandemica

Giornata fiacca per i listini europei, che ribilanciano i portafogli per fine trimestre. Il crollo del petrolio per via del blocco del canale di Suez, le incertezze macroeconomiche e l’intensificarsi dei contagi Covid, rendono il sentiment ancora avverso al rischio.

Piazza Affari nel finale strappa una sofferta parità sul (+0,04%). L’indice chiude le negoziazioni a 24.218,55 punti.
Bene i titoli più difensivi come le utility. Le peggiori performance sono quelle dei settori telecomunicazioni (-4,77%), bancario (-2,02%) e servizi finanziari (-2,02%).

La migliore è Hera (+3,4%). con gli analisti positivi dopo i conti e il rialzo della cedola.
Tra i migliori anche Telecom Italia (+0,99%) con le ultime schiarite sul progetto rete unica.
I conti 2020 spingono giù Buzzi Unicem (-4,37%). Male anche Nexi che ha ceduto oltre il 3%. Tra i migliori invece Hera (+3,4% a 3,28 euro) sotto
La caduta del petrolio zavorra i titoli del settore, come Tenaris (-2,7%).

Il resto delle Borse europee è debole. Madrid va in ribasso dello 0,41%, Francoforte chiude a +0,08% ed è cauta anche Parigi (+0,09%)
Wall Street parte in netto ribasso ma rovescia la situazione dopo i dati sul lavoro. Lo segna +0,52%, il +0,62% mentre il +0,12%.

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

IN EVIDENZA