Home
criptovalute

BITCOIN lotta per i 50mila, ma c’è ottimismo dopo la “croce d’oro”

Scritto da -

Settimana turbolenta di Litecoin. Il motivo? Un falso comunicato attribuito a Walmart

Settimana a tinte miste per le criptovalute. Se Bitcoin ed Ethereum hanno complessivamente marciato al rialzo (oltre il 7% di guadagno), nel resto delle Top20 si vede una miscela di segni verdi (spicca il boom di Avalanche, +44%), di segni rossi (Cardano e ancor più Solana e Terra) e alcune crypto che hanno avuto movimenti poco pronunciati (come XRP).

Bitcoin e la croce d’oro

Una settimana fa, il ha registrato a una forte correzione, precipitando da 52.000$ a 42.000$. Tuttavia, BTC è atterrato su un solido supporto e questo ha falovirot la risalita.
Al momento la crypto più famosa continua a lottare per riguadagnare i 50.000$, che resta la soglia più delicata.
In settimana si è verificato un interessante scenario tecnico, ossia la “croce d’oro” (la media mobile 50 che taglia quella a 200 giorni). Lo vediamo sulla piattaforma del broker .

img

Generalmente la croce d’oro è vista come previsione di un segnale rialzista.Quando questo scenario si è verificato su Bitcoin, c’è stato sempre un balzo a partire da qualche settimana dopo.
In occasione dell’ultima volta che accadde, a maggio 2020, il prezzo del era di 9.520. Sappiamo bene quello che è accaduto dopo…

Al ribasso invece, un supporto immediato è vicino a 47.500 USD. Il primo supporto importante è a 47.000 USD, al di sotto del quale il prezzo potrebbe correggere a 46.500 USD.

Etheruem, Litecoin e Cardano

Nel frattempo ha esteso il suo aumento oltre la resistenza a 3.500 USD (ma è giunto a testare anche 3.675, prima della correzione al ribasso).
Eventuali ulteriori perdite potrebbero portare il prezzo a 3.440 USD mentre una chiusura sopra i 3.600 USD potrebbe innescare un nuovo rialzo.

Da segnalare la settimana turbolenta di . Il motivo? Un falso comunicato attribuito a Walmart (ripreso anche da agenzie di stampa come CNBC, Reuters e Bloomberg) che avrebbe introdotto un’opzione di pagamento per la criptovaluta su tutti i suoi siti web di e-commerce.
Il prezzo di Litecoin era balzato di 60 dollari subito dopo la notizia, per poi restituire quasi tutti i guadagni una volta emerso che si trattava di una fake news.

In settimana c’è stato l’aggiornamento Alonzo di , che ha consentito il lancio di oltre 2.000 smart contract sul blockchain explorer.
In seguito all’evento, ADA ha vissuto un brusco ribasso (-9% in 24 ore), anche se in seguito c’è stato un recupero.
Va ricordato che il prezzo di ADA ha registrato un forte rally, guadagnando il 170% da metà luglio.

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA