Home

Svezia, il PIL oltre le attese spinge la Corona. Eur-Sek in picchiata

Scritto da -

Dopo la lettura dei dati la Corona svedese ha guadagnato centinaia di pips contro l'euro nel giro di pochissimi minuti

Scendono i prezzi alla produzione, ma cresce a gran ritmo il PIL che va molto meglio delle previsioni. Ecco i due dati principali usciti dalla Svezia nel corso della settimana. Il Prodotto Interno Loro svedese è salito dell’1,7% nel corso del secondo trimestre, portando a un incremento annuale del 4%, molto oltre le previsioni che erano del 2,8%. Si tratta del dato migliore registrato dall’ultimo trimestre del 2015 (quando la crescita fu del 4,7%).

Logica la soddisfazione del ministro delle finanze Magdalena Andersson nel commentare il dato reso noto dallo Statistiska Centralbyran (SCB), che ha evidenziato un miglioramento del consumo delle famiglie e degli investimenti immobiliari (quest’ultimo uno dei punti più affrontati dal Governo svedese).
Venerdì sono stati resi noti anche i dati riguardo alle vendite al dettaglio (aumentate del 0,2% a maggio e del 3,5% su base annua). Inoltre il consumo delle famiglie continua ad essere forte ed il tasso di disoccupazione è in downtrend.

La banca centrale svedese – Riksbank – chiaramente non può che beneficiare di questi dati per la sua azione politica. Tuttavia malgrado la forte crescita del PIL, l’istituto centrale guarda con maggior attenzione alla dinamica dell’inflazione, che a metà mese è stata rilevata all’1,7% (stabile rispetto al precedente dato ma in calo rispetto a due mesi prima).
La Riksbank ha abbassato il costo del denaro a febbraio 2016, portandolo al -0,5%. Addirittura è dal 2014 che è rimasto in territorio negativo. Tuttavia nell’immediato orizzonte non si intravedono cambiamenti. Nello specifico è improbabile che la Riksbank allenti ulteriormente la presa riducendo ancora il costo del denaro.

Sul fronte valutario, dopo la lettura dei dati la Corona svedese si è apprezzata notevolmente. Nel giro di pochissimi minuti la coppia è infatti precipitata di centinaia di pips, passando da 9,5965 a 9,5108.

Va detto che allargando il discorso, nell’ultimo mese la valuta svedese ha guadagnato quasi il 2% contro l’euro, tanto che Lloyds Bank di recente ha previsto un possibile approdo fino a 9,20 entro la fine dell’anno. Ottima anche la performance della Corona contro il dollaro: il cross UsdSek infatti è sceso di oltre il 4%.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA