Home

Nuova Zelanda, bene le aspettative sull’inflazione. Dollaro Kiwi forte, si attendono le mosse della RBNZ

Scritto da -

Il report sull'inflazione segna +1,9%, mai così alto dal 2015. Potrebbe incidere sulle prossime mosse della Banca Neozelandese?

Salgono oltre le previsioni le aspettative di inflazione in Nuova Zelanda. La Reserve Bank of New Zealand ha pubblicato questa notte il report che mostra un valore di 1,9%, maggiore rispetto all’1,7% atteso dagli analisti e comunque in incremento rispetto alle rilevazioni precedenti.
Si tratta di un dato che non si vedeva dal 2015.

Sul finire del 2016, la RBNZ aveva deciso di effettuare un ulteriore taglio al tasso di interesse, portandolo ad un nuovo livello storico di 1,75%. Peraltro si era trattato del secondo taglio nel giro di pochi mesi (in precedenza lo aveva portato al 2%). Già dopo il primo intervento estivo, il dollaro neozelandese aveva cominciato un rally che l’aveva portato ai massimi di un anno contro il dollaro.

Questi ultimi dati sull’inflazione potrebbero spingere a un cambiamento di rotta l’istituto della Neozelanda, che mercoledì prossimo si riunirà per decidere che indirizzo dare alla propria politica monetaria.
Gli analisti non si aspettano cambiamenti, ma sarà comunque interessante seguire il discorso del Governatore della RBNZ Wheeler riguardo soprattutto le intenzioni dell’istituto centrale per i prossimi mesi.

La prospettiva di un rialzo dei tassi sembra già aleggiare in parte sui mercati valutari, visto che oggi il “dollaro kiwi” è in territorio positivo nei confronti del dollaro canadese (NZDCAD a 0,9624, +0,45%) della sterlina (GBPNZD a 1,6967, -0,37%) e dell’euro (EURNZD a 1,4618, -0,39%).
Il calo rispetto al biglietto verde ( a 0,7294, -0,38% a metà mattinata) sembra dipendere più che altro dalla grossa forza che oggi la valuta USA sta esprimendo nei confronti di tutte le altre divise del Forex, e peraltro l’andamento di questo cross negli ultimi mesi è stato tutto a favore dei “kiwi”, come vediamo sulla piattaforma .

img

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA