Home
yen.jpg

Giappone, boom di esportazioni dopo 2 anni. Lo Yen respira e apre la settimana in aumento

Scritto da -

Il dato sulle esportazioni è migliorato del 7,4%. Pesa soprattutto la forte domanda che giunge dalla Cina
I dati positivi sulle esportazioni danno una spinta allo yen in questo inizio di settimana. Nella notte sono stati resi noti i conti con l'estero del Giappone, che hanno evidenziato una crescita a ritmo sostenuto delle esportazioni.

Il dato nudo e crudo indica che il volume delle esportazioni è sceso dello 0,4%, ma è un aumento notevole rispetto a ottobre quando erano calate del 10,3%. Inoltre il dato è ampiamente sopra le attese, che pronosticavano una flessione del 2%.

Si tratta della crescita migliore che si è registrata negli ultimi due anni. Ha pesato soprattutto la forte domanda che giunge dalla Cina. Le esportazioni, che sono il vero traino della crescita industriale del Giappone, hanno ripreso a marciare grazie soprattutto alle crescente domanda per i componenti giapponesi da parte dei produttori di smartphone cinesi.

In termine di volumi, il dato sulle esportazioni è migliorato del 7,4% arrivando a 1,1 miliardi di yen (+4,4% verso la Cina). Questo arresta un periodo lungo 13 mesi consecutivi in cui c'era stata solo contrazione di volumi.

Dall'altra parte, le importazioni hanno invece segnato una forte discesa dell'8,8% rispetto al -12,6% indicato dagli analisti. Complessivamente, il report del Ministero delle Finanze del Giappone (MOF) evidenzia che la bilancia commerciale a novembre ha chiuso con un attivo di 152,5 miliardi di yen.
Il valore è minore dei 496,2 miliardi dello stesso mese del 2015, e minore anche del surplus previsto dagli analisti (227,4 miliardi).

Come detto, a seguito di questi dati positivi lo yen ha preso a marciare deciso in questo inizio settimana. La valuta nipponica guadagna circa (ma anche oltre) il mezzo punto percentuale nei confronti di dollaro (UsdJpy), euro (EurJpy) e sterlina (GbpJpy).

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
5 G 2 r 7 c
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader